Panificio-gastronomia del centro in scarse condizioni igieniche chiuso da Asl e Polizia locale

Escrementi di topi e scarafaggi dove veniva tenuta la farina, grasso che colava dalla cappa, superfici unte e sporche e pulizia latitante da tempo. L’esercizio non potrà riaprire fino a quando non avrà ripulito tutto. Denunciato il proprietario

Gli uomini del nucleo di Polizia commerciale dell’Unità operativa Centro della Polizia locale hanno chiuso fino al ripristino delle condizioni di igiene un’attività di panificazione e artigianato alimentare (gastronomia) della zona di Portoria (piazza Colombo).
Da parte della Polizia commerciale è stato accertato che non era esposta l’autorizzazione amministrativa ed è stata per questo comminata una sanzione di 308 euro. Da parte della ASL3 sono state riscontrate condizioni igieniche generali dei locali molto scarse in quanto tutte le superficie si presentavano unte e sporche con evidente carenza delle regolari operazioni di pulizia; presenza di residui alimentari e rifiuti non rimossi, contenitori di alimenti privi di copertura e collocati a distanza ravvicinata dal pavimento con potenziale rischio di contaminazione degli stessi, alimenti congelati all’’interno di sacchetti per alimenti senza alcuna indicazione sulI’involucro circa il contenuto, la data di abbattimento e di scadenza; alimenti in confezione originale appoggiati direttamente sul pavimento; nella zona di stoccaggio dei sacchi di farina all’interno del panificio ed in uno dei locali adibiti all’attività di preparazione della gastronomia sono stati riscontrati escrementi di topi e scarafaggi. Dalla cappa aspirante colava grasso. La ASL3 procedeva quindi alla sospensione delle attività di gastronomia e panificio. Il titolare è stato denunciato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: