formazione regione 

Regione, scuola: in arrivo l’indirizzo professionale Enogastronomia e ospitalità alberghiera

Alla Spezia il progetto è quello di attivare l’indirizzo professionale “Pesca commerciale e produzioni ittiche”. Il piano, promosso dalla Giunta, dovrà ora passare all’approvazione del Consiglio regionale

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Scuola, Università e Formazione, Ilaria Cavo, ha avviato l’iter per l’approvazione del Piano di dimensionamento della rete scolastica e del Piano dell’offerta formativa della Regione Liguria, per l’anno scolastico 2022/2023. Il Piano verrà ora sottoposto al Consiglio Regionale per la definitiva approvazione dopo l’iter in commissione e al Cal.

Fra le novità più importanti proposte, l’annessione all’Istituto Marsano delle succursali di San Colombano Certenoli del Marco Polo con contestuale attivazione dell’indirizzo professionale Enogastronomia e ospitalità alberghiera, la creazione del nuovo Istituto Tecnico Professionale di Chiavari, l’attivazione dell’indirizzo professionale “Pesca commerciale e produzioni ittiche” all’Istituto Professionale Einaudi Chiodo della Spezia. Con tale provvedimento, alla luce delle Linee guida regionali e delle proposte contenute nei piani di Città Metropolitana di Genova e delle Province liguri, d’intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria e con il contributo delle diverse componenti del comparto scolastico, la Regione interviene sul dimensionamento della rete scolastica e sull’offerta formativa degli Istituti Scolastici.

Per l’assessore alla Scuola Ilaria Cavo «Il miglioramento dell’offerta passa poi dal potenziamento dell’istruzione tecnico professionale con la creazione di un unico istituto a Chiavari nato dall’accorpamento degli Istituti “Caboto” e “In Memoria dei morti per la patria” fino ad arrivare ai nuovi corsi di “pesca commerciale e produzioni ittiche”alla Spezia. Tutto nasce dall’ascolto del territorio con un ampliamento dei corsi serali che vanno ad intercettare una particolare utenza».

La delibera di dimensionamento scolastico apre dunque anche al potenziamento dei corsi serali che hanno una specifica finalità strettamente connessa al tipo di utenza, rispondendo al bisogno di istruzione, formazione e di educazione permanente da parte degli adulti: una valida opportunità di rientro all’interno di un percorso formativo per tutti coloro che intendono riprendere gli studi abbandonati o interrotti, oppure per coloro che desiderino o necessitino di migliorare la propria condizione sociale e professionale.

Nel piano di dimensionamento è prevista nel comune di Chiavari l’attivazione di un punto di erogazione del Centro Provinciale Istruzione degli adulti (CPIA), l’istituzione di una Scuola dell’infanzia nella frazione di San Lorenzo della Costa nel Comune di Santa Margherita e l’istituzione di un’altra Scuola dell’infanzia presso il plesso scolastico di Carasco.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: