Rischio alluvione, completati i lavori della copertura, la foce del Bisagno passa da zona rossa a zona gialla

Dal 6 ottobre scorso è entrata in vigore la riperimetrazione delle fasce di inondabilità del tratto terminale e del rio Fereggiano. Approvata con decreto del Direttore generale della Regione la variante al Piano di bacino del torrente Bisagno del tratto terminale del torrente a seguito della realizzazione degli interventi idraulici previsti

A darne notizia è stato stamani il consigliere delegato alla Protezione civile del Comune, Sergio Gambino, a margine della presentazione del sondaggio sulla percezione di rischio.
È stato infatti rimosso, con lavori durati parecchi anni e terminati nel maggio scorso, il pericolo rappresentato dalla copertura realizzata tra il 1928 e il 1931. Un’altra innovazione positiva che ha contribuito ad alleggerire il rischio è lo scolmatore del rio Fereggiano.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: