Imbrattata la targa di Venturini durante la manifestazione di ieri, la condanna di Plinio e Bornacin

L’azione era stata rivendicata ieri da Genova Antifascista sulla sua pagina Facebook


INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI VACCINI

Gianni Plinio, ex presidente Consiglio Regionale Liguria ed ex assessore regionale per Alleanza nazionale dopo molti anni di militanza nell’Msi e oggi membro di Casapound, e Giorgio Bornacin, già deputato e senatore di Alleanza Nazionale e prima esponente della corrente almirantiana del Msi in Liguria, nel 2011 ha co-firmato un disegno di riforma costituzionale per abolire la XII norma della Costituzione italiana, che vieta “la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista”, denunciano che ieri, durante la manifestazione dei sindacati autonomi a cui hanno aderito anche i centri sociali, è stata nuovamente imbrattata la targa di Ugo Venturini, «l’operaio missino genovese – dicono Plinio e Bornacin – colpito a morte da ultracomunisti nell’aprile 1970 mentre assisteva ad un comizio elettorale di Giorgio Almirante nei giardini di piazza Verdi. Questo è l’antifascismo violento che criminalizza e oltraggia anche la memoria dell’avversario. Vanno identificati e messi in condizione di non più’ nuocere questi vili e pericolosi nostalgici della guerra civile e degli Anni di piombo».

L’imbrattamento era stato rivendicato ieri sui social da Genova Antifascista.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: