Cori sessisti a un’operatrice dello stadio durante Samp-Inter. Polemiche

Tra le prime a denunciare l’episodio è stata l’avvocata Cathy La Torre che sui social posta un video in cui si assiste alla scena. La condanna di Selena Candia della lista Sansa in Regione: ««Le donne, anche mentre lavorano, vengono sessualizzate»

«I cori sessisti rivolti a un’operatrice dello stadio Luigi Ferraris durante la partita di serie A Sampdoria-Inter sono da condannare in tutti in modi. Giustificare il cat calling, riducendolo a motto goliardico, porta anche a questo», dice la consigliera regionale Selena Candia della Lista Sansa.

«Eppure c’è chi continua a banalizzare il catcalling. C’è chi continua a minimizzarlo, a ridurlo ad apprezzamenti, a non chiamarlo con il nome che merita: molestia. Gli uomini, spesso in gruppo, si sentono simpatici a fare così: e invece noi ci sentiamo sotterrare, ridotte a un organo sessuale che cammina. E badiamo bene che il problema esiste ovunque, non bisogna essere necessariamente in uno stadio o in una fabbrica, considerato che in un consiglio regionale a stragrande maggioranza maschile e retrograda, continuo a ricevere apprezzamenti sessuali non richiesti» conclude Candia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: