Anche stamattina genovesi in coda per cambiare medico alla Asl di via Assarotti

Nulla è cambiato dai tempi del Covid. Il cambio medico si può fare attraverso lo Spid, ma non tutti si destreggiano con la tecnologia. Una pratica semplice come l’acquisizione di un nuovo medico di medicina generale da mesi diventa fonte di disagi. C’è chi si mette in coda già alle 5

Nonostante le proteste, rispetto al tempo del lockdown tutto è rimasto immobile. Stamattina ci ha scritto un neopapà, che ovviamente deve andare a lavorare e si è messo in coda prima dell’alba per riuscire a ottenere un pediatra per il figlio nato da poco.

Ha provato, racconta, a inviare una mail come sta scritto sul sito della Asl, ma nessuno gli ha risposto. Incredibile come in tutti questi mesi resti scritto sul sito un indirizzo mail a cui nessuno risponde. Allora ha provato a telefonare, ma anche in quel caso nessuno gli ha risposto. Non gli è rimasto che mettersi in coda.

La Asl, impermeabile a proteste e critiche, non ritiene di impegnare il personale necessario a rispondere alle email e/o al telefono. Potrebbe essere, ad esempio, un modo di impiegare i sanitari no vax che non possono stare in corsia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: