Toti: «Pronti con la somministrazione delle terze dosi di vaccino anti covid»

Il presidente e assessore alla Sanità della Regione: «Superato il 70% della prima e della seconda dose sugli over 12»

«no ad ora la campagna vaccinale ha funzionato perfettamente, la popolazione ha aderito con entusiasmo. Adesso la Liguria è pronta per somministrare la terza dose di vaccino ai soggetti immunocompromessi, e a tutte le categorie di cittadini che indicherà il Ministero della Salute e la struttura commissariale». Lo ha detto il presidente di Regione Liguria e assessore alla sanità Giovanni Toti facendo il punto sui vaccini.

«Intanto abbiamo superato il 70% della prima e della seconda dose sulla platea degli over 12 – ha detto il presidente Toti – La Liguria si conferma anche prima in Italia per utilizzo di anticorpi monoclonali sulla base del numero di abitanti. Nel 2021 siamo arrivati a 500 pazienti trattati in tutta la regione con oltre 220 solo al Policlinico San Martino. Dopo il vaccino i monoclonali rappresentano la seconda rete di protezione per evitare ricoveri e terapia intensiva. Le nostre armi contro il virus sono sempre di più, solo così potremo tornare a vivere come prima».

Dall’ultimo report settimanale sui vaccini della Presidenza del Consiglio dei Ministri la Liguria risulta sopra la media nazionale per la somministrazione della prima dose di vaccino agli ultra 80enni con il 94,16% contro una media del 92,16%; sopra la media, per la somministrazione della prima dose di vaccino, anche nella categoria tra i 70 e i 79 anni in cui la Liguria si colloca a 86,46% contro l’86,05%, bene anche nella fascia tra i 60 e i 69 anni con il 78,93% contro il 78,60% di media nazionale; e anche nella fascia 50-59 la Liguria risulta in avanti con il 76,03% contro il 74,94%. Buona la somministrazione anche tra il personale sanitario: in Liguria sono stati vaccinati con la prima dose il 97,22% del personale sanitario contro una media nazionale del 93,84%, molto bene anche il personale scolastico con il 90,50% di vaccinati in Liguria con la prima dose contro una media nazionale dell’89,40%.


TAMPONI SALIVARI NELLE SCUOLE
È in corso di definizione, in collaborazione con l’Ufficio scolastico, il protocollo operativo regionale per il monitoraggio della circolazione del SARS-CoV-2 nelle scuole primarie e secondarie di primo grado. Il piano si basa sull’adesione volontaria all’effettuazione di tamponi salivari negli alunni delle fasce di età 6-11 anni e 12-14 anni e dovrebbe essere avviato nella seconda metà di settembre. In Liguria verranno eseguiti circa 1200 test salivari ogni 15 giorni. A processare i risultati saranno quattro laboratori individuati in Asl 1 all’ospedale di Sanremo, in Asl 2 all’ospedale di Savona, in area metropolitana all’Ospedale Policlinico San Martino e in Asl 5 all’ospedale Sant’Andrea della Spezia.
Resta attivo il servizio regionale informazioni Covid dedicato alla scuola, a cura dell’Istituto pediatrico Gaslini con il numero verde 800 93 66 60, da lunedì a venerdì dalle 8 alle 17 e la casella di posta elettronica scuolasicura@gaslini.org.

Sul sito di Alisa, nella sezione dedicata alla scuola, sono stati aggiornati i modelli di certificazione già in uso nel corso dell’anno scolastico 2020/2021 per la certificazione delle assenze e le Faq con le domande frequenti su come fare in caso di malattia acuta febbrile del bambino e relativamente agli eventuali periodi di quarantena da rispettare.
Regione Liguria, attraverso Alisa, ha dato mandato, anche quest’anno, all’Istituto Gaslini e all’area pediatrica del Diar materno-infantile di predisporre un modello operativo uniforme su tutto il territorio regionale e sostenibile, in grado di effettuare uno screening tempestivo ed efficace di tutti i casi di bambini nella fascia di età compresa tra 0-19 anni e di personale scolastico con segni/sintomi Covid-19.
Oggi l’incidenza settimanale si attesta a 53 nuovi casi su 100.000 (soglia di rischio per il passaggio in zona gialla è 150), con 46 a Savona, 53 alla Spezia, 62 a Imperia e 40 a Genova mentre i posti letto occupati negli ospedali ammontano a 99 di cui 9 in terapia intensiva. Diminuiscono di 20 i pazienti in isolamento domiciliare, e i nuovi positivi, a quota 65 di cui 2 a Imperia, 10 nella Asl 2, 50 nella Asl 3, 1 nella Asl 4, 2 nella Asl 5.
Per quanto riguarda i vaccini oggi sono state somministrate 4.739 dosi di vaccino di cui 4.703 di tipo freeze (Pfizer e Moderna) e 36 di tipo cold (Astrazeneca e Johnson).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: