Grosso: «Ai centri estivi quest’anno più del doppio dei bimbi. Nessuno è rimasto fuori»

L’assessore comunale alla Scuola che ha la competenza esclusiva sul servizio: «Tutte le 1327 domande sono state accettate: 557 per il nido e 770 per la scuola dell’infanzia». Lo scorso anno i posti disponibili erano stati 580

Il servizio estivo comunale per bimbi da zero a sei anni si amplia: 19 le sedi dei nidi d’infanzia, due in più dello scorso anno; 18 le sedi di scuola dell’infanzia, uno in più rispetto al 2020. L’apertura va dal 5 al 30 luglio con tariffe invariate rispetto allo scorso anno.
Per quanto riguarda i nidi d’infanzia, 15 sono le sedi gestite al mattino da personale comunale al pomeriggio da cooperative e quattro quelle gestite interamente da una cooperativa. Per quanto riguarda invece le scuole dell’infanzia tre sono in gestione diretta con personale comunale, nove sono quelle gestite da cooperative, sei quelle gestite al mattino dalla personale comunale al pomeriggio dalle cooperative. Nei centri della scuola dell’infanzia ci sono 138 educatrice di asilo nido che hanno aderito al progetto. Sono invece 62 le insegnanti di scuola dell’infanzia che prestano la propria opera. L’assegnazione del progetto ludico ricreativo per il mese di luglio l’importo di gara impegnato è stato pari a 410.272,22 € per i quattro lotti.

Su territorio, a fare la parte del Leone sono i centri nei Municipi Centro Est (centro storico compreso) e Centro Ovest.

«Siamo molto soddisfatti che oltre il doppio dei bimbi dello scorso anno si sia iscritto e che tutti gli iscritti siano stati accolti nei nostri centri estivi di tutta la città senza escludere nessuna richiesta – spiega l’assessore comunale alla Scuola Barbara Grosso -. Anche in questo caso sperimenteremo nuove metodologie didattiche che si ispirano ai criteri più innovativi della pedagogia. Questo periodo di svago viene assistito sia dai nostri docenti in collaborazione con educatori del terzo settore che si confrontano sui metodi didattici utilizzando i principi dell’“outdoor education”: spazi esterni , musei , spiaggia».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: