Tentano di imbarcarsi su un traghetto con 141 mila euro di valuta non dichiarata. Pizzicati da Gdf e Adm

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Ai soggetti trovati in possesso del denaro in eccesso non dichiarato per l’esportazione fuori dall’Europa è stata irrogata una sanzione per un importo complessivo di oltre 8.500 euro per violazione delle leggi in materia valutaria

Durante le operazioni di imbarco su una nave in partenza per il Marocco, i funzionari ADM di Genova ed i finanzieri del II Gruppo Genova hanno rinvenuto circa 141.000 Euro di valuta non dichiarata, nascosti tra i bagagli a mano di un totale di otto passeggeri.

Tale normativa, il cui fine è quello di controllare la regolarità dei flussi finanziari in entrata e in uscita dal territorio comunitario, prevede l’obbligo di presentazione di una dichiarazione di valuta presso gli uffici doganali in capo ai viaggiatori che detengono denaro contante per importi superiori a 10.000 Euro.

Le suddette attività di servizio sono state il frutto dell’analisi dei rischi posta in essere dai funzionari ADM con la collaborazione dei militari del II Gruppo della Guardia di Finanza di Genova.

La predisposizione di un accurato sistema di sorveglianza dei confini terrestri e marittimi costituisce fondamentale strumento di contrasto di frodi o alterazioni che potrebbero condizionare lo sviluppo economico delle imprese italiane.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: