Rotonda di Carignano, Cenci: «nessun parcheggio perso e più verde pubblico e spazi da vivere

Dopo la levata di scudi dei cittadini e delle associazioni di categoria dei commercianti, l’assessore all’urbanistica spiega meglio il progetto: il supermercato sarà da trasferimento. «Si prevede, inoltre, di realizzare una piastra verde attorno alla Rotonda di circa 6.000 mq, rispettandone la forma originaria, con aiuole e alberature ad alto fusto – spiega Cenci -. Saranno inoltre inserite attrezzature per la sosta e per la fruizione ludica degli spazi così ricreati». Previsto anche il recupero del Poggio della Giovine Italia

«Nessuna cementificazione, nessun parcheggio perso per il quartiere e nessun nuovo supermercato, ma più verde pubblico e spazi da vivere per il quartiere», lo puntualizza l’assessore all’Urbanistica del Comune di Genova Simonetta Cenci all’indomani del voto favorevole del consiglio comunale all’aggiornamento al PUC che consente di avviare la riqualificazione degli spazi urbani pubblici della Rotonda di Carignano.

La Direzione Patrimonio del Comune di Genova, a seguito di bando ad evidenza pubblica, ha già selezionato il soggetto attuatore della riqualificazione. La società Pix Development Srl che si è aggiudicata la selezione per il relativo avviso pubblico di manifestazione di interesse, ha presentato un progetto volto a restituire al quartiere e alla città un nuovo affaccio, ampliando l’area del Belvedere del piazzale San Francesco d’Assisi, riqualificando lo spazio pubblico di notevole pregio paesaggistico e inserendolo in un contesto architettonico capace di valorizzarne le caratteristiche.

Si prevede, inoltre, di realizzare una piastra verde attorno alla Rotonda di circa 6.000 mq, rispettandone la forma originaria, con aiuole e alberature ad alto fusto. Saranno inoltre inserite attrezzature per la sosta e per la fruizione ludica degli spazi così ricreati.

Nella riqualificazione complessiva è prevista anche la realizzazione di una nuova sede per il Circolo Ricreativo Culturale dei Tassisti Genovesi in una ricollocazione più consona e migliorativa, oltre a circa 32 posti auto coperti dedicati.

Infine il progetto si dà carico di prevedere anche la riqualificazione del Poggio della Giovine Italia con una campagna accurata di ripristino e manutenzione del verde.

A fronte di oltre 9.600 mq di spazi urbani pubblici completamente rigenerati, di cui circa 6.000 destinati a verde pubblico, il progetto prevede di inserire alla quota di corso Saffi attività economiche a servizio del quartiere quali una media struttura di vendita di generi non alimentari ed una di generi alimentari per trasferimento, al fine di non incrementare il numero delle attività già presenti in città.

«Voglio rassicurare i residenti sul fatto che non ci sarà una alcuna perdita di posti auto nella zona, che nessuno ha mai pensato di mettere in discussione e che non rientra in nessuna ipotesi progettuale. Anzi, il piano prevede la realizzazione di 80 nuovi posti auto in aggiunta agli esistenti. Con questo restyling – dichiara l’assessore all’Urbanistica Simonetta Cenci – intendiamo restituire al quartiere di Carignano e a tutti i cittadini genovesi uno spazio abbandonato da decenni. Sarà il degno completamento del nuovo fronte mare di levante della città. Avviamo ora un percorso nel quale l’Amministrazione coinvolgerà i cittadini, il Municipio e le associazioni di categoria per contemperare e soddisfare le esigenze e gli interessi di tutti, attraverso un progetto importante con cui valorizzare tutta Carignano dal punto di vista estetico e funzionale».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: