L’Esa cerca aspiranti astronauti e il Festival dello Spazio di Busalla premia giovani studiosi

Il Concorso del Festival dello Spazio 2021 è stato progettato in collaborazione con la Scuola Internazionale Superiore per la Ricerca Interdisciplinare (Sisri), è patrocinato dall’Università di Genova e dall’Asi. L’astronauta Malerba, patron della manifestazione: «È riservato a giovani studiosi tra i 20 e i 35 anni»

Nominata la giuria e selezionati i quattordici elaborati interdisciplinari in lizza per il Premio del Festival dello Spazio di Busalla 2021, in programma dall’8 all’11 luglio
Scaduto lo scorso 8 maggio il termine per la presentazione delle candidature, è ora al lavoro la Giuria del Premio del Festival dello Spazio di Busalla 2021, che mette in palio 1200 euro destinati al miglior elaborato sul tema “le motivazioni dell’esplorazione umana nello spazio”. Per la fine di maggio è attesa la selezione delle tre migliori proposte – le “nominations” – mentre la designazione del vincitore avverrà il 9 luglio nell’ambito della quinta edizione del Festival, in programma a Busalla da giovedì 8 a domenica 11 luglio.
A comporre la giuria del Premio sono gli illustri professori Andrea Sommariva, direttore del laboratorio sull’economia dello spazio della Bocconi, ad impersonare la prospettiva economica; Roberto Battiston, fisico sperimentale, specializzato nel campo della fisica fondamentale e delle particelle elementari, già presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana (2014-18), portatore delle competenze scientifiche; e Giuseppe Tanzella-Nitti, professore ordinario di Teologia fondamentale presso la Pontificia Università della Santa Croce, interprete della dimensione filosofico-umanistica.
L’elaborato vincente sarà scelto in base al valore intrinseco del contenuto, all’originalità delle tesi esposte, alla qualità della presentazione formale e al carattere interdisciplinare della dissertazione.
Il concorso coincide con l’apertura di un nuovo reclutamento di astronauti da parte dell’Esa, l’Agenzia Spaziale Europea: pochi saranno i prescelti, mentre le candidature sono attese, a migliaia, da tutta Europa, a testimonianza dell’entusiasmo che l’astronautica è sempre in grado di suscitare.
«Questo concorso, indetto dal Festival dello Spazio di Busalla – dice l’astronauta Franco Malerba, animatore del Festival – è destinato a giovani studiosi, laureati, nella fascia d’età 20-35 anni e cerca di sondare le ragioni più vere per cui l’esplorazione oltre i confini della Terra desta sempre tanto interesse; vuole stimolare, anche con la motivazione di un premio abbastanza importante, una riflessione più profonda, oltre l’entusiasmo dell’avventura, sulle ragioni di esplorare per conoscere, anche attraverso l’esperienza fisica, “corporea” nel mare-spazio, immenso ed ostile».   
Il Concorso del Festival dello Spazio 2021 è stato progettato in collaborazione con la Scuola Internazionale Superiore per la Ricerca Interdisciplinare (Sisri), è patrocinato dall’Università di Genova e dall’Asi ed è sponsorizzato da ArianeGroup.
Il Festival dello Spazio di Busalla, come detto, si svolgerà dall’8 all’11 luglio 2021 a Villa Borzino; la giornata inaugurale ufficiale sarà il 9 luglio; in quel giorno i tre autori dei migliori elaborati saranno invitati al Festival e tra i finalisti si scoprirà infine il vincitore, o la vincitrice, a cui Morena Bernardini di ArianeGroup consegnerà il premio.   

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: