Il pedone investito ieri sera era a Genova per assistere il figlio grave al Gaslini

È stato travolto a seguito dello scontro frontale tra due auto. Il trentunenne è albanese ed è arrivato a Genova per accompagnare il bimbo all’ospedale pediatrico. Per questo era temporaneamente domiciliato in via Donato Somma. Probabilmente, quando è stato travolto, tornava proprio dall’istituto di Sturla

Lo straniero, trasportato d’urgenza in codice rosso (il più grave, che sta ad indicare l’immediato pericolo di vita) al pronto soccorso del San Martino dai militi di una delle cinque ambulanze inviate dal 118 per assistere i feriti, è residente in Albania e domiciliato proprio in una casa di via Donato Somma, dove è avvenuto lo scontro. In ospedale, due al Galliera e due al San Martino, tutti in codice giallo, sono stati trasportati anche guidatori e passeggeri delle due auto che si sono scontrate frontalmente all’altezza del civico 12. Sul posto la Polizia locale del turno serale per i rilievi e per ricostruire la dinamica dell’incidente.

Il Gaslini, informato della circostanza, si è immediatamente mosso per dare assistenza anche sotto questo profilo al bambino.

AGGIORNAMENTO: l’uomo, dopo aver trascorso la notte in ospedale e dopo i controlli del caso, è stato per fortuna dimesso questa mattina alle 10 con 15 giorni di prognosi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: