I CC Tutela patrimonio ritrovano 150 libri antichi e li rendono al circolo Tunnel

Per l’individuazione dei volumi è stata determinante l’apposizione di “ex libris”, timbri e numeri di catalogazione riconducibili ai proprietari. La biblioteca del circolo conta migliaia di libri e riviste antichi la maggior parte dei quali fine secolo XIX

Numerosi volumi, parte delle collane “La Revue”, “Revue des deux mondes”, “Revues des Revues” e “Nuova Antologia”, saranno restituiti il 9 aprile alle 10.30 dal Comandante del Nucleo per la Tutela del Patrimonio Culturale di Napoli, Maggiore Giampaolo Brasili, a Bruno Elia, presidente del Circolo Artistico Tunnel di via Garibaldi

Nel monitorare la vendita online di volumi antichi sulle più note piattaforme e-commerce, i militari del Nucleo TPC di Napoli hanno individuato numerosi libri il cui furto era stato denunciato da biblioteche pubbliche, private e diocesane. L’attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Civitavecchia, ha permesso di sequestrare oltre 350 volumi antichi provenienti da 26 furti/ammanchi avvenuti a danno di biblioteche di tutta Italia, tra cui oltre 150 volumi provenienti dal Circolo Artistico Tunnel. 

Nel corso delle indagini sono stati sequestrati anche numerosi libri di cui erano state tagliate o strappate le pagine, sulle quali erano impressi i timbri di provenienza. Su questi ultimi volumi sono in corso ulteriori specifici accertamenti. 

La consegna avvalora l’importanza della collaborazione fra l’Arma dei Carabinieri e gli Enti pubblici e privati, che ha permesso l’individuazione dell’importante testimonianza storica nonostante alcuni volumi non fossero mai stati inseriti nella “Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti”, il più grande database di opere d’arte rubate al mondo gestito dal Comando per la Tutela del Patrimonio Culturale.

«Nei mesi scorsi i Carabinieri per la Tutela Patrimonio Culturale di Napoli hanno contattato il Circolo Artistico Tunnel, riferendo che, nel corso di un’indagine, erano state da essi rinvenute parecchie decine di volumi apparentemente provenienti dalla Biblioteca del Circolo – dice il vice presidente del Tunnel, Eugenio Segalerba -. Un controllo dal catalogo della biblioteca (che conta migliaia di libri e riviste antichi la maggior parte dei quali fine secolo XIX) compilato in occasione dell’ultimo trasloco del 2009 ha portato a ritenere che i libri siano stati asportati dalla Biblioteca molto tempo fa, pur se in epoca imprecisata. A metà del mese di febbraio, per conto del Circolo, mi sono recato a Napoli per riconoscere i libri rinvenuti come appartenenti alla biblioteca del Circolo; disposto quindi il dissequestro, i Carabinieri hanno proceduto alla riconsegna dei circa 150 volumi».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: