Teatro dell’Ortica, in scena sulla piattaforma onTheatre lo spettacolo su manicomi e “vita fuori”

Manicomi e “vita fuori”, è stata davvero una rivoluzione? Questo interrogativo aleggia nei versi e nelle parole di Armando Misuri, i cui testi sono alla base dello spettacolo prodotto dal Teatro dell’Ortica “Quando le cose si dimenticano, riaccadono”, nuovamente in scena, anche se virtualmente, da sabato 20 marzo, ore 21, fino al 4 aprile sulla piattaforma on demand OnTheatre.Tv

Un’opera che esplora la “rivoluzione a metà” della chiusura dei manicomi, successiva a quella lotta anti istituzionale che ha attraversato il nostro paese fra gli anni ’60 e gli anni ’70. L’italia è stata la prima a smantellare quel sistema, siamo stati esempio per tutti, ma per assurdo, come spesso succede in Italia, oggi di quel modello che tutti ci hanno invidiato rimane poco.

Per accedere allo spettacolo è necessario iscriversi gratuitamente sulla piattaforma, e poi acquistare il biglietto virituale da 4,9 euro. Dalla prima visione, lo spettacolo sarà disponibile per i successivi otto giorni.

Misuri aveva trascorso vent’anni durissimi in manicomio, prima della legge Basaglia. Quell’esperienza l’ha portata nel progetto teatrale del Teatro dell’Ortica “Stranità”, durato per quasi 20 anni. Armando Misuri è morto nel 2018, ma ha lasciato la sua poesia, la sua lucidità, il racconto umano e teatrale della sua esperienza.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: