Nuovo decreto Covid, Pasqua e Pasquetta in zona rossa nazionale

Il 3, 4 (Pasqua) e 5 (Pasquetta) aprile, sull’intero territorio nazionale, ad eccezione delle Regioni i cui territori si collocano in zona bianca (per ora, la Sardegna), si applicano le misure stabilite” per la zona rossa. «Nei medesimi giorni è consentito, in ambito regionale, lo spostamento», si legge nella bozza, verso una sola abitazione una volta al giorno a due persone con minori di 14 anni e/o disabili

[continua sotto]

È terminata poco dopo le 11:30 la riunione informale tra Governo, Regioni ed Enti locali per esaminare la bozza di decreto legge per le misure anti-Covid fino a dopo Pasqua. Per la Liguria ha partecipato il presidente della Regione Giovanni Toti.
Secondo le prime anticipazioni, dal 15 marzo al 2 aprile e il 6 aprile, nella zona arancioni «è consentito, in ambito comunale, lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno», ma solo tra le 5 e le 22 (resta il coprifuoco) «nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la responsabilità genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi». Nelle zone rosse, invece, non saranno consentiti gli spostamenti.
La preoccupazione è per la

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: