Il 20 marzo l’edizione digitale del Campionato mondiale di pesto al mortaio

Le “pesto-box”, scatole con il basilico, gli altri ingredienti per fare il pesto e i gadget del Campionato stanno raggiungendo i protagonisti dell’8ª edizione della sfida tutta genovese

[continua sotto]

Far arrivare il basilico fresco DOP al momento giusto a tutti i partecipanti – né troppo tardi rispetto alla manifestazione, né troppo presto a scapito della freschezza – è stata ed è ancora la principale sfida degli organizzatori della VIII^ edizione del Campionato in versione digitale. I concorrenti sono stati divisi in due categorie: coloro che partecipano in differita per ragioni soprattutto di fuso orario e coloro che parteciperanno in diretta, su piattaforma Zoom, sabato 20 marzo a partire dalle ore 10.00. Ai primi, una trentina, le preziose scatole sono state già inviate a inizio settimana, con il risultato che stanno ritornando alla segreteria del Campionato i primi video autoprodotti, spesso con l’aiuto di amici e famigliari, alcuni provenienti dall’altra parte del mondo e altri davvero suggestivi (come quello realizzato sulle piste innevate delle Dolomiti a 2500 metri di altezza).
Le altre “pesto box”, una sessantina circa, saranno completate entro i primi giorni della prossima settimana per arrivare a destinazione giovedì o venerdì. Sta crescendo l’ansia di riceverle e gli scongiuri perché tutto fili liscio, il traguardo del 20 è ormai vicino!

A tutti i partecipanti è stato inviato un tutorial che ha per protagonista Emiliano Pescarolo, l’attuale Campione in carica del Campionato Mondiale di Pesto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: