Esce all’alba per andare a pesca, aggredito e rapinato

Era successo in piazza della Nunziata. La Squadra Mobile lo ha inchiodato grazie ai filmati delle telecamere. L’aggressore, un 24enne, era già in carcere a Parma per analogo reato

Una rapina, consumatasi alle prime luci dell’alba, nel cuore del centro storico del capoluogo ligure.

I fatti risalgono allo scorso luglio, quando un uomo, appena uscito di casa per recarsi a pesca, ha visto trasformare una piacevole giornata dedicata all’amato hobby, in una disavventura da dimenticare in fretta e che poteva avere conseguenze ben peggiori.

L’uomo, infatti, mentre percorreva la centralissima piazza della Nunziata, è stato raggiunto da un ragazzo che, dopo avergli puntato al fianco un coccio di bottiglia, gli ha intimato di consegnarli tutto quello che aveva. Un cellulare e pochi euro, questo il magro bottino per ottenere il quale il rapinatore lo ha anche colpito al collo e alla mano, provocandogli tagli che hanno richiesto numerosi punti di sutura.

I poliziotti della Squadra Mobile hanno immediatamente avviato le indagini riuscendo a dare un volto e a identificare il rapinatore. Si tratta di un senegalese, A.N., 24enne, irregolare e già gravato di precedenti per analoghi reati.

Il lavoro degli investigatori, coordinati dalla locale Procura della Repubblica, si è concentrato, soprattutto, sull’analisi delle telecamere dei circuiti di videosorveglianza pubblici e privati, presenti in zona. L’accurata ricostruzione degli attimi precedenti e successivi al delitto ha consentito di delineare un circostanziato quadro accusatorio a carico dell’indagato, necessario per l’emanazione della misura cautelare da parte dell’autorità giudiziaria.

L’ordinanza di custodia in carcere è stata notificata al senegalese presso il carcere di Parma dove era già detenuto per un analogo reato commesso nel capoluogo emiliano 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: