Sole “festivo”, assalto all’Acquedotto, via Sant’Ilario bloccata

L’appello del comitato dei cittadini delle alture di Nervi: «Non fate salire i mezzi privati. Capiamo che la gente abbia voglia di prendere aria, ma se vuole camminare che salga su a piedi. Se dovesse passare un mezzo di soccorso non ce la farebbe»

La prima domenica di sole dopo tanto cielo scuso, piogge e freddo ha scatenato i gitanti che, giustamente, hanno voglia di prendere un po’ d’aria, ma muovendosi in massa coi veicoli bloccano le alture.
E successo, ad esempio, a Sant’Ilario dove al momento (16:45) il bus non riesce a passare e lascia, quindi, chi ha scelto di non intasare la strada ed è salito col mezzo pubblico ad attendere al capolinea.

<Il diritto alla mobilità, conformemente ai decreti, non deve inficiare sul diritto alla sicurezza di una intera comunità che rischia di restare isolata. Immagina se un ambulanza dovesse salire? E il trasporto pubblico che non può garantire una regolarità?> dicono al comitato dei residenti di Sant’Ilario.

Assalto, ma di pedoni, anche all’acquedotto storico dove centinaia di persone si sono dirette, oggi, per fare quattro passi sotto il sole.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: