Toti: «Anche AstraZeneca riduce il numero di dosi di vaccino»

Il presidente della Regione: «Spero che il governo Draghi cambi alcune cose che non funzionano relativamente alla gestione della pandemia»

«Oggi su alcuni temi le regioni erano in accordo, su altri hanno mostrato visioni differenti, come sempre la conferenza delle regioni farà un lavoro di sintesi per cercare di contrastare il virus e far ripartire la campagna vaccinale, perché oggi abbiamo bisogno dei vaccini» Lo ha detto questa sera nel punto Covid il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, dopo la riunione della Conferenza delle Regioni.
«Anche oggi purtroppo ci è arrivata la comunicazione della riduzione delle dosi del 15% del vaccino AstraZeneca – ha detto Toti – Questo non è il vaccino che ci serve di più in questo momento, in quanto abbiamo bisogno di Pfeizer e Moderna per gli ultra 80enni, ma è ugualmente importante per allargare la platea dei vaccinati, dopo che EMA ha esteso fino ai 65 enni la platea dei cittadini che ne puo’usufruire. Anche oggi i dati della nostra regione sono sostanzialmente stabili e si conferma il fatto che le varianti, pur presenti in Liguria, come la variante inglese e un caso di variante brasiliana, per il momento non hanno incidenza sulla diffusione del virus. Fino ad oggi sono stati più di 100.000 i cittadini che hanno ricevuto il vaccino e questo sta riducendo la mortalità e anche i posti letto occupati in ospedale».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: