Tubi cinesi importati come indiani nel porto di Pra. Intercettati dall’Agenzia delle dogane

Chi li ha spediti ora dovrà pagare 100mila euro di dazio, 30 mila euro di sanzioni e 990mila euro per la violazione del Testo unico delle leggi doganali

I funzionari ADM hanno accertato nel porto di Genova-Pra’ che una recente importazione di 28 tonnellate di tubi in acciaio inox, con origine dichiarata India era in realtà di fabbricazione cinese. È stato pertanto applicato il previsto dazio antidumping  sulla merce  di origine cinese pari a 100.000 euro e una sanzione da 30.000 a circa 990.000 euro per la violazione del Testo Unico delle Leggi Doganali.

Generalmente le misure antidumping sono imposte sulle importazioni quando il prezzo della merce importata è inferiore a quello praticato nel paese dove è diretta la merce stessa, con conseguente grave pregiudizio per l’industria locale  che produce un prodotto simile.

Con la sua attività di controllo ADM contribuisce alla tutela degli interessi finanziari ed economici del Paese e dell’Unione Europea: nello specifico cura l’attività di riscossione dei tributi e contrasta l’evasione fiscale e le frodi, anche attraverso poteri di polizia tributaria e giudiziaria, tutti obiettivi definiti per Statuto e di primaria importanza per ADM.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: