Covid, la Tgr Liguria racconta per una settimana come è cambiata la nostra vita

La Tgr Liguria – direttore Alessandro Casarin, condirettore Roberto Pacchetti, caporedattore Luca Ponzi – dedicherà un’intera settimana, dal 22 al 26 febbraio alle 7.40 in Buongiorno Regione e alle 14 nel tg regionale – a raccontare come il covid ha influito sulle nostre vite

È trascorso un anno dal primo caso di covid in Liguria, 365 giorni che hanno fatto epoca e che hanno cambiato il nostro modo di vivere, di lavorare, di andare a scuola, di divertirci, di relazionarci con gli altri.

Un rewind porterà i telespettatori indietro di un anno, con il racconto di quello che avvenne allora, poi si tornerà all’oggi, con le storie di chi si trova a convivere con la pandemia. Il racconto di medici e infermieri che hanno passato un anno durissimo in ospedale e ancora oggi sono lì in prima linea, ma anche la solitudine di Francesco che sta lentamente guarendo dopo ottanta giorni di malattia. E poi le voci degli studenti, alle prese con la dad, il rientro a scuola scaglionato, le amicizie a distanza e anche la paralisi che ha subito il mondo dello sport a livello amatoriale.

Il covid ha segnato profondamente il modo di lavorare, dal quale emergono numeri e storie diverse, con l’impennata della cassa integrazione, ma anche la riconversione di alcune aziende. E sul mondo del lavoro si è affacciato con prepotenza lo smart working, un pianeta sconosciuto destinato probabilmente a cambiare il rapporto tra dipendenti e aziende. Anche su questo, negli approfondimenti della Tgr Liguria, si cercherà di capire dai protagonisti pregi e difetti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: