Toti: “In attesa valutazioni Iss per eventuali misure Covid nel Ponente”

Le zone francesi di confine sono tra le più colpite dal virus e i contatti tra i due territori stanno causando problemi anche nell’Imperiese. Potrebbero essere necessarie restrizioni. Intanto la regione ha già deciso di vaccinare i lavoratori transfrontalieri

“Oggi (10 febbraio n. d. r.) la situazione è rimasta in equilibrio, non ci sono stati significativi peggioramenti. Stiamo vagliando attentamente la situazione nell’estremo ponente, che risente della vicinanza con la Provenza, attualmente una delle aree più colpite in assoluto. Stiamo valutando alcune misure per restringere la circolazione del virus. È possibile che nelle prossime ore si proceda con una delibera: non l’abbiamo fatto oggi (10 febbraio n. d. r.) perché stiamo aspettando domani il bollettino settimanale dell’Istituto superiore di sanità. Ritengo che la Liguria sarà ancora fascia gialla, ma voglio vedere l’analisi dell’ISS per capire se e dove saranno necessarie enventuali misure restrittive. Non le prendiamo a cuor leggero: stiamo monitorando in tempo reale i dati della provincia di Imperia per capire cosa fare. Nelle prossime 24-36 ore si potranno prendere decisioni”. Lo ha detto il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti nel corso di una diretta sulla sua pagina facebook.
“Sono arrivate altre forniture di vaccini – ha aggiunto – e le dosi somministrate sono l’84% delle dosi consegnate: avevo chiesto di ridurre le scorte e aumentare il ritmo delle vaccinazioni e così è stato. Comincerà domani o dopodomani la vaccinazione, con le dosi Astrazeneca, dei transfrontalieri e dei cittadini fragili delle zone più colpite”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: