Raffica di furti alla Upim, un arresto e una denuncia in via XX

La Polizia è intervenuta due volte in un solo pomeriggio nel punto vendita di via XX

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato un genovese di 40anni nella flagranza del reato di furto aggravato.
Un addetto alla sicurezza dell’Upim si è accorto che l’uomo si aggirava nei corridoi del locale con fare sospetto ed entrava in un camerino con due capi tra le mani, uscendone poco dopo senza. Chiamate le Forze dell’Ordine ha fornito una descrizione dettagliata del soggetto continuando a seguirne le mosse e rimanendo in contatto telefonico con gli operatori. I poliziotti sono intervenuti tempestivamente ed hanno immediatamente intercettato l’uomo mentre usciva dal negozio a capo chino. Intimatogli l’alt costui ha tentato di fuggire ma dopo un breve inseguimento è stato fermato. Addosso aveva la camicia ed il gilet del valore di 69,98 euro che aveva appena rubato e a cui aveva staccato la placca antitaccheggio.
Nelle tasche del giubbotto indossato sono stati rinvenuti oggetti atti allo scasso.
L’uomo che ha a suo carico un precedente per reati contro la persona sarà giudicato questa mattina con rito per direttissima.

Un cittadino dell’Ecuador di 37 anni, pregiudicato, è stato invece denunciato per aver rubato 6 cappotti da donna per un valore di 449,94 euro.
Anche lui è stato intercettato dallo stesso addetto alla sicurezza della Upim che ha fornito la descrizione al 112 e gli operatori della Volante dell’U.P.G. lo hanno rintracciato con la merce rubata su un autobus in cima a via XX Settembre. All’interno del giubbotto aveva un paio di forbici ed una pinza con i quali ha staccato le placche antitaccheggio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: