Arriva col traghetto con 8 chili di hashish, arrestato dalla Polizia di frontiera

L’uomo, incensurato, faceva il corriere della droga che avrebbe. Il carico avrebbero fruttato al minuto fino ad 80.000 euro

Questa mattina, nell’ambito di mirati controlli antidroga, finalizzati al contrasto del traffico internazionale di stupefacenti dal Marocco, la Sezione Investigativa della Polizia di Frontiera ha arrestato un marocchino 65enne in arrivo nel porto di Genova da Tangeri con il traghetto”Excelsior”, della compagnia di navigazione GNV.

L’uomo, un imbianchino titolare di regolare permesso di soggiorno italiano e residente in Piemonte,  era da tempo sotto la lente dei poliziotti, in quanto sospettato, pur essendo formalmente incensurato, di essere inserito in un contesto criminale legato agli stupefacenti. È per questo motivo che, dopo essere stato discretamente seguito dagli agenti durante le fasi di arrivo e sbarco dalla nave, una volta effettuate le verifiche documentali di frontiera è stato fermato, prima di uscire dall’area portuale, e sottoposto a un’accurata perquisizione personale estesa all’auto con cui viaggiava. 

La determinazione dei poliziotti è stata ampiamente ripagata, infatti all’interno dell’abitacolo, smontato con cura, occultati in un spazio ricavato dietro il vano portaoggetti del cruscotto, sono stati rinvenuti ben 35 panetti di Hashish, per un peso totale di circa 8 kg, che avrebbero fruttato al minuto fino ad 80.000 euro.

Sia la droga che la vettura sono stati sequestrati. L’uomo, invece, al termine delle formalità di rito, sarà recluso nel carcere genovese di Marassi a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: