Permesso per il funerale del nonno, detenuto aggredisce la scorta

L’uomo, con problemi psichiatrici, ha tentato di aggredire i secondini per tutto il viaggio da Genova a Roma. A Malpensa è stato deciso che non c’erano le condizioni per imbarcarlo per Bari dove avrebbe dovuto presenziare alle esequie. Corso (Lega): <Basta concedere permessi a detenuti violenti>

«Concedere un permesso a un detenuto violento, per di più da un carcere in zona arancione, significa mettere in pericolo gli agenti della penitenziaria che devono fare i conti già con un equipaggiamento e dei presidi di sicurezza inadeguati allo svolgimento in totale sicurezza del loro lavoro. Il detenuto in questione del carcere di Marassi, infatti, ha tentato di aggredire gli agenti che lo stavano scortando all’aeroporto per un imbarco> dice il consigliere comunale della Lega, Francesca Corso.
<Il Ministro della Giustizia dovrebbe spiegare agli agenti che lavorano nelle carceri perché invece di rafforzare gli organici e offrire risposte alle numerose richieste della penitenziaria, consenta tutta questa libertà a detenuti già segnalati per reiterate aggressioni, che non fanno altro che sfruttare ogni occasione per cercare di dare lesioni fisiche alle Forze dell’Ordine. Servono risposte non slogan. Governo e Ministro ascoltino i sindacati».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: