Med Seawork, incontri online B2B tra imprese e buyer stranieri

Fino a domani l’evento della struttura per l’internazionalizzazione del sistema nazionale delle Camere di Commercio e Camera di Commercio di Genova. 50 le aziende, 15 i potenziali acquirenti da Germania, Emirati Arabi Uniti, Turchia, Marocco e Tunisia

La prima edizione di Med Seawork si è chiusa a giugno 2019 ai Magazzini del Cotone dando un appuntamento al 2020, che è stato puntualmente rispettato. La seconda edizione della manifestazione B2B dedicata ai mestieri del mare si svolge regolarmente dal 10 al 12 novembre, in piena emergenza Covid-19. Da tempo gli organizzatori (Promos Italia, struttura per l’internazionalizzazione del sistema nazionale delle Camere di Commercio e Camera di Commercio di Genova) avevano deciso di puntare tutto sul digitale e affidarsi alla piattaforma In Buyer: una vetrina virtuale che valorizza i prodotti nazionali in cui le imprese italiane interessate alla vendita e i “buyer” esteri possono incontrarsi, conoscersi e decidere di fissare un appuntamento per il meeting virtuale.

“La nostra preoccupazione – osserva Massimo Giacchetta, vice presidente della Camera di Commercio e consigliere di Promos Italia – era che questa seconda edizione potesse riscuotere meno interesse della prima a causa dell’emergenza e della difficoltà di far viaggiare merci e persone. Invece, rispetto alla prima edizione, abbiamo avuto un aumento delle imprese italiane interessate, che sono passate da 39 a 50, e la conferma dell’interesse buyer stranieri. Il che significa che avevamo visto giusto quando abbiamo portato a Genova, per la prima volta, una manifestazione professionale dedicata ai mestieri del mare a livello mediterraneo”

Il focus di questa edizione di Med Seawork sono le forniture navali. I 50 “seller”, cioè le imprese italiane che hanno forniture da proporre all’estero, vengono per metà dalla Liguria e per metà dalla Lombardia e dai territori di Udine e Ravenna. I 15 “buyer”, invece, vengono da Germania, Emirati Arabi Uniti, Turchia, Marocco e Tunisia.

I B2B virtuali funzionano grazie alla regia e all’assistenza del personale di Promos Italia, che fissa il calendario degli incontri, lo trasmette a buyer e seller il giorno prima della manifestazione e quando scatta l’ora accompagna da remoto le imprese nella stanza virtuale dove si svolgerà l’incontro, che avverrà nella totale riservatezza garantita dalla piattaforma.

“Rispetto all’edizione precedente – chiude Giacchetta – manca il calore delle persone e la splendida vista mare dei Magazzini del Cotone, ma ci auguriamo che sia presto possibile ritornare a organizzare i B2B, almeno in parte, in presenza. A fine manifestazione vedremo se i risultati degli incontri on line saranno buoni come quelli degli incontri in presenza della prima edizione”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: