Cambio medico online? Macché. E l’assembramento è servito. Davanti alla Asl

Asl3, nessuno risponde alle email che dovrebbero essere sufficienti a cambiare medico di famiglia. Da diversi giorni riceviamo continue segnalazioni: l’unico modo per cambiare od ottenere il medico, spiegano le persone che ci hanno scritto per protestare, è quello di mettersi in coda al mattino tra le 7:30 e le 8, massimo 60 numeri. I bar e i ristoranti sono chiusi, gli assembramenti vietati, poi a favorirli è il mancato funzionamento delle procedure della stessa Asl

Ufficialmente le procedure si possono effettuare online, nei fatti nessuno risponde né ad email né a pec. Ce lo segnalano diversi lettori. L’alternativa? Che uno sia giovane o anziano deve mettersi in coda davanti alla sede Asl e sperare di essere così fortunato da prendere uno dei 60 numeri a disposizione, perché dopo non ce ne sono più e bisogna tornare l’indomani. Tra le persone che ci hanno segnalato la circostanza anche un avvocato esterrefatto che si è presentato in coda a nome della sorella e della sua famiglia, tutta in quarantena per Covid. La richiesta l’avevano fatta prima, perché il loro dottore è andato in pensione, ma non ha mai risposto nessuno, spiega. Come l’avvocato, anche un’altra assistita-non assistita racconta di pec inviate con tutta la documentazione e di nessuna risposta. Stamattina s’è presentata alle 7:45 e ha preso il numero 43.
È bene ricordare che senza medico di famiglia è un problema accedere alle cure domiciliari per il Covid. Il problema riguarda tante persone, visto che ogni mattina i 60 numeri non bastano. Di fronte alla sede Asl un bar ha dovuto abbassare la saracinesca. Perché siamo in zona arancione, perché ieri sono stati registrati quasi 40 morti, perché le scuole superiori sono tutte in didattica a distanza e un motivo ci sarà pure, perché i sanitari degli ospedali sono allo stremo. Ma gli assembramenti si creano perché la Asl non fa quel che promette sul sito. Questo il link che assicura le procedure online che, però, non vengono garantite.

http://www.asl3.liguria.it/medici-e-pediatri/scelta-e-revoca-del-medico-di-famiglia.html

Le foto delle code davanti alla sede Asl3 di via Assarotti scattate in giornate diverse, come si nota dagli ombrelli della foto a destra

Aggiornamento: alcuni lettori sono riusciti a fare il cambio via telefono. Altri in un altro modo che dettagliamo scrivendo quanto ci ha scritto una lettrice: <Ci abbiamo provato per un mese. Per mail arrivava la risposta che la casella era piena, poi abbiamo mandato il fax, dopo mezz’ora mi dice trasmesso e nulla. Poi la segreteria della dottoressa mi dice che una paziente ha fatto tutto tramite fascicolo sanitario. Attiviamo lo Spid, entriamo e da li, ci abbiamo messo 1 minuto a fare tutto>. Provate, quindi, con questa procedura.
Anche l’avvocato che ci ha segnalato per primo il disservizio ci ha spiegato che la casella di posta era piena e che le domande rimbalzavano indietro. Altri, invece, hanno spedito senza ottenere risposta.
Le segnalazioni ci stanno arrivando, per il momento, solo da assistiti che fanno riferimento alla sede Asl di via Assarotti.
Alcuni lettori dicono di essere riusciti a cambiare medico non ricorrendo alla mail scritta sul sito, ma alla mail anagrafesanitariadss11@asl3.liguria.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: