Nastrini agli uomini della Locale che si sono impegnati dopo il crollo del Morandi

I nastrini per l’emergenza Ponte Morandi agli agenti della Polizia Locale: il comando del corpo ha deciso di promuovere un riconoscimento nei confronti del personale impegnato nei servizi operativi esterni per l’emergenza del Ponte Morandi

Il sacrificio e l’impegno degli agenti saranno simboleggiati dai nastrini, piccole decorazioni-onorificenze pensate per essere portate sulla divisa, che sono stati appositamente pensate per questa circostanza: rappresentano infatti le due campate del ponte crollate.

Oggi pomeriggio dieci agenti, in rappresentanza di tutti i colleghi impegnati nell’emergenza Morandi, hanno ricevuto a Palazzo Tursi dalle mani del sindaco Marco Bucci, del comandante Gianluca Giurato, del presidente del Consiglio comunale e dell’assessore regionale alla sicurezza il riconoscimento: si tratta di centinaia di agenti che riceveranno ciascuno il nastrino. Erano presenti anche colleghi di Torino e Livorno, tra coloro che dalle altre città erano venuti a Genova dopo il crollo per aiutare a gestire l’emergenza.

La Polizia Locale di Genova è stata impegnata non solo nel garantire i soccorsi e la sicurezza della nell’immediatezza del crollo, ma anche nella complicatissima gestione della viabilità nella fase successiva, nella cura delle operazioni legate alla demolizione del Morandi, nel coordinamento dei trasporti eccezionali necessari alla costruzione del nuovo viadotto sul Polcevera.  Sono state effettuate scorte per ben 264 trasporti eccezionali, nel 2018 – anno del crollo – sono state impiegate 14.831 unità solo per gestire l’emergenza.

“Attività che hanno comportato un enorme sforzo e grandi sacrifici da parte degli agenti della Polizia Locale”, dice il comandante Giurato, che ricorda come molti agenti, non appena appresero la notizia del disastro revocarono volontariamente le ferie per aiutare la propria città. “In generale – continua Giurato – tutto il personale del Corpo di Polizia Locale di Genova si è contraddistinto per abnegazione e spirito di sacrificio nell’adempimento delle proprie funzioni istituzionali. Abnegazione manifestatasi per tutta l’”emergenza Morandi”, tuttora parzialmente in corso”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: