L’aggressore col coltello di via Rolando doveva essere ai domiciliari

Il quarantacinquenne, pregiudicato, dopo aver sfasciato un negozio di ortofrutta, ha morsicato al braccio un carabiniere. Tuttora sottoposto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico per reati in materia di violenza di genere, è stato arrestato e portato a Marassi

Nella mattinata odierna i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Genova sono intervenuti in via Rolando, nei pressi del mercato rionale, a seguito della richiesta pervenuta dall’esercente di un negozio di ortofrutta. L’uomo segnalava di aver subito l’aggressione di un soggetto che poco prima aveva tentato di asportare con violenza e minaccia una cassetta di frutta ed il suo telefono cellulare, minacciandolo con un coltello da cucina reperito all’interno dello stesso negozio. L’aggressore è stato individuato e bloccato dai militari dell’Arma; nel corso dell’intervento l’arrestato ha opposto attiva resistenza mordendo ad un braccio un Carabiniere e tentando di estrarre dalla fondina del collega la pistola. Il soggetto, un 45enne genovese con precedenti di polizia, tuttora sottoposto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico per reati in materia di violenza di genere, è stato tratto in arresto ed associato alla Casa Circondariale di Marassi. Dovrà rispondere dei reati di lesioni personali, evasione, resistenza a Pubblico Ufficiale e rapina impropria.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: