Delfino morto all’Acquario, Animalisti Genovesi: «23 anni di prigionia»

Teide da 8 anni era nelle vasche dell’Acquario di Genova. Gli animalisti: <È morto senza conoscere il mare>

È morto alla fine della quarantena ma <Per Teide la quarantena non finirà mai>. Lo dicono gli Animalisti Genovesi del delfino <Nato in una gabbia 23 anni fa a Tenerife, morto in una gabbia oggi, a Genova>. I fatti risalgono a ieri e a cercare i motivi del decesso saranno i tecnici dell’Istituto Zooprofilattico sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta
Per gli animalisti, quelli di Teide tra una vasca e l’altra sono stati <23 anni di prigionia> perché il delfino è <morto senza mai conoscere il mare, senza mai giocare tra le onde>.
<L’Acquario di Genova: la vergogna della nostra città> concludono sulla loro pagina Facebook i volontari dell’associazione che più di una volta ha protestato contro la “detenzione” degli animali marini nella struttura del Porto Antico.
Teide era uno dei mammiferi marini che si esibiscono per i turisti durante le visite nella struttura turistica genovese.

Nelle vasche del Porto Antico, nel 2008, era morta Beta, anche lei improvvisamente. L’autopsia avrebbe determinato che sarebbe morta per un collasso cardiocircolario, come ogni essere vivente quando giunge la sua ora: arresto cardiaco. Non erano stati resi noti i motivi che avevano portato a questo.

Nell’agosto 1998 era morto Flipper, il cucciolo di grampo (detto anche Delfino di risso) simile al delfino, sbarcato all’ Acquario di Genova da un aereo militare dopo che era stato trovato su una spiaggia vicino a Gela, stremato. La sua vita nelle vasche genovesi è durata 15 giorni.

Nell’agosto 2018 era morto Pansoto, un cucciolo di lamantino. L’Acquario disse che era successo a causa di un’infezione a diversi organi interni. Fulminea, tanto che nessuna cura era stata possibile.

Nel settembre dello scorso anno era morto un altro cucciolo di lamantino. L’Acquario fece sapere che era affetto da <una grave malformazione cerebrale neonatale riscontrata nella necroscopia svolta dallo staff medico veterinario della struttura e dagli esperti dell’Istituto Zooprofilattico sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta>

Questo il comunicato dell’Acquario.
<Non ci sono molte informazioni al momento in quanto lo staff Medico Veterinario della struttura aspetta di effettuare tutti gli esami e le indagini anche in collaborazione con gli enti ufficiali preposti, quali l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta e i patologi dell’Università di Padova, per determinare la causa del decesso. Non era infatti presente alcun segno esterno quali ferite né ci sono stati elementi comportamentali che potessero destare sospetti nei giorni scorsi o che possano far ipotizzare la causa della morte. Resta il profondo dolore di tutto lo staff per la perdita di un animale che, come tutti quelli ospitati, grandi o piccoli che siano, viene curato e accudito quotidianamente con grande professionalità e dedizione e che fa parte di una vera famiglia. Teide era nato nel 1997 in una struttura di Tenerife ed era arrivato all’Acquario di Genova nel 2012>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: