Bagarre a Tursi, consiglio sospeso. Consigliere denuncia testata – IL VIDEO

Sempre più difficile il clima in consiglio comunale dove è in discussione il bilancio. La seduta è attualmente sospesa. Il consigliere PD Bernini denuncia di aver ricevuto una testata sul naso. Articolo in aggiornamento.

Il video postato dal consigliere della Lega Maurizio Amorfini

Dopo l’interruzione e la riunione capigruppo il Pd ha chiesto il richiamo per il capogruppo di Fratelli d’Italia Alberto Campanella, ma la presidenza lo ha negato. Il Partito Democratico fa sapere che sta valutando ulteriori iniziative.

<Ero scrutatore – racconta Bernini – e sono intervenuto quando il capogruppo di Fratelli d’Italia Alberto Campanella ha apostrofato la consigliera del M5S Maria Tini che stava parlando dicendo “smettetela di starnazzare”. Mi sono avvicinato per dirgli di smetterla di insultare le consigliere e lui ha reagito come si vede nel video del consigliere Amorfini>. Bernini spiega di aver evitato maggiori danni solo per aver tirato indietro la testa in tempo.

<Il consigliere Bernini, dopo avermi pesantemente schernito per la mascherina che ho indossato come precauzione al coronavirus, si è avvicinato minaccioso e dopodiché ha finto di ricevere una testa – dichiara Campanella -. Dal video del consigliere Amorfini non si evince in nessun modo che io abbia toccato il Bernini. Quello che si vede è che lui pone la sua testa sopra la mia faccia e dopo butta la testa indietro toccandosi, poi, il naso e inscenando una aggressione. Ora a parte che io ripudio la violenza in ogni sua forma, ritengo che questo comportamento sia da stigmatizzare e ritengo che solo gli organi competenti ed è a loro che mi rivolgerò sia per ristabilire la verità che per difendere il mio buon nome>.

Tutto è cominciato quando i consiglieri di maggioranza, nel corso della seduta fiume, si sono fatti portare le pizze. La minoranza ha chiesto 5 minuti di sospensione per poter andare a prendere qualcosa da mangiare, ma è stata negata. Da lì è cominciata la bagarre.

<Sono passate le 22.00 e siamo ancora qui – scrive sulla sua pagina Facebook il consigliere Pd Alessandro Terrile -. E sono appena stato richiamato all’ordine dal Presidente del Consiglio perché facevo notare – non senza una certa veemenza – che è inaccettabile che si sospenda la seduta perché un consigliere di maggioranza ha colpito con una testata al naso un consigliere di minoranza, e alla ripresa non ci sia neppure un richiamo ai sensi del regolamento. È questo il clima in cui votiamo il bilancio>.

L'immagine può contenere: persone sedute, salotto, tabella e spazio al chiuso

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: