Pieve verso la Sagra della mimosa: una serie di iniziative. IL CALENDARIO

Una serie di eventi precedono la 63ª Sagra della Mimosa di Pieve Ligure che si terrà domenica 9 febbraio.

Si parte domenica 2 febbraio al Teatro “M.Massone” con la mostra
fotografica “Pieve Ligure, un secolo di immagini” a cura di Pierluigi
Gardella.

Mercoledì 5 – sempre al Teatro Massone – Burraco “Mimosa” dalle 20 e 30;
una serata dedicata al famoso gioco di carte organizzata dalla Pro Loco
di Pieve Ligure. Per iscriversi contattare il numero 338 7672913.

Il 6 febbraio, si terrà la seconda edizione del Concorso “Casseruola
Gialla 2020″. Una gara di cucina, a cura dell’Associazione Golfo
Paradiso, che vede confrontarsi appassionati non professionisti.

Venerdì 7, l’evento dedicato a tutti i bambini del Golfo Paradiso; dalle
16 alle 18 i più piccoli potranno divertirsi con il laboratorio sulla
pizza fritta creato ad hoc per loro da Matteo Moretti.

Sempre venerdì 7 febbraio – a partire dalle ore 21 – al Teatro Massone
prende il via l’incontro “A proposito dell’acqua”. Racconti, storie e
memorie a cura di “Memorie e Progetti”. Seguirà – alle ore 22 e 15 –
“Cantando tra le stisse” con Sandro Consigliere e Gianluigi Maggi.

Alle 21 di sabato 8 febbraio andrà in scena lo spettacolo dal titolo
“Alla fine del mondo” di Anna Maria Sdraffa, organizzato dalla Compagnia
“Gli Amici di Jachy” in collaborazione con “Gli Amici dell’Oliveto”, al
Teatro Massone.

Sono questi gli incontri della settimana più importante del
calendario pievese che porteranno tutti i cittadini, i turisti, i
visitatori genovesi e non, insieme agli appassionati alla 63ª Sagra
della Mimosa.

Domenica 9 alle 8 e 30, continueranno le iscrizioni alla Corsa in giallo
(10 euro) e Family Walk (gratuita) che partiranno alle 9 e 30
riversandosi per le creuze pievesi.
Protagoniste della giornata – insieme ai tanto attesi carri fioriti – le
realtà gastronomiche liguri. Partendo dalla focaccia di Tossini si
arriverà al gelato di Chicco e ai dolci di Grondona, passando per i
pansoti, le trofie di Novella e le immancabili focaccette.

Novità di questa edizione saranno le 500 d’epoca del Club 500 Mania che
accompagneranno i carri fioriti delle Pro Loco di Pieve, di Sori, della
SOCMS di Pieve e – per la prima volta in 63 anni – il carro della Pro
Loco Val Graveglia di Ne.

Non mancherà l’intrattenimento partendo dalla musica country
per proseguire e concludere con gli spettacoli medioevali a cura
dell’Associazione sportiva Fratelli d’arme di Castelletto d’Orba.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: