Incidente mortale, ricostruzione affidata a rilievi, telecamere e a una testimone

Secondo alcune testimonianze il giovane sarebbe stato travolto da una seconda auto quando era già caduto a terra per lo scontro con la prima. Sarebbe stata questa seconda auto ad allontanarsi dal luogo del sinistro. Solo al termine delle indagini sarà possibile ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente

La persona travolta e defunta è uno straniero di 27 anni. Stava andando al lavoro. Sul posto sono giunti gli agenti del VI distretto della Polizia locale e i soccorsi inviati dal 118. Ogni tentativo di rianimazione è però stato vano.
La ricostruzione dell’incidente, affidata agli specialisti del reparto Infortunistica della Polizia locale, non è semplice. Questa mattina sono state effettuate le rilevazioni col nuovo strumento in dotazione che consente sia di accorciare i tempi (il traffico è rimasto completamente paralizzato) sia di acquisire i dati con la massima precisione.

Una testimone, in comprensibile stato di shock, avrebbe detto in un primo tempo che il ragazzo, caduto dalla moto (non si sa, per ora, se speronato da un’altra auto o se toccato perché col suo mezzo ha superato la linea di mezzeria: saranno le indagini a stabilirlo, anche grazie alle telecamere) quando era a terra sarebbe stato investito da un altro veicolo. Sarebbe quello che si sarebbe poi allontanato. Tuttavia, la testimone deve ancora confermare la sua versione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: