Annunci

Giulia, studentessa genovese, volontaria ai Giochi Olimpici giovanili invernali

Ha 22 anni, abita alla Foce, ha studiato al liceo classico Colombo e sta continuando gli studi in lingua e cultura giapponesi all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Ha affrontato una lunga selezione. Punta a lavorare alle Olimpiadi invernali di Pechino nel 2022 e nel suo futuro spera in un ruolo nel Comitato Olimpico nazionale

Losanna 2020: 13 giorni di Giochi Olimpici invernali giovanili con 8 sport, 16 discipline e 81 eventi da medaglia: è il secondo principale evento invernale multisport dopo i Giochi Olimpici Invernali. L’appuntamento, cominciato il 9 gennaio proseguirà fino al 22. Sono moltissimi i volontari che contribuiscono alla buona riuscita dell’iniziativa. Tra questi c’è anche la studentessa genovese Giulia Ladisa. <Sono venuta a sapere del bando per Losanna 2020 tramite la pagina Instagram dei giochi di Tokyo 2020 – racconta -. Dopo una lunga selezione, sono stata scelta. Sono all’interno dell’EVS, Event Services Team. Principalmente mi occupo di ruoli di sicurezza: il mio preferito è il controllo accrediti, perché mi permette di stare a contatto con gli atleti e il personale di gara. Da ex-nuotatrice nutro molta ammirazione per Federica Pellegrini, ma più che uno sportivo in particolare sono gli sport che mi affascinano: a Beijing 2022 spero di poter lavorare direttamente nei team di pattinaggio e sci. Da grande vorrei lavorare come interprete o traduttrice, possibilmente per la Jaxa o la SpaceX, ma anche un ruolo all’interno del Comitato Olimpico Nazionale sarebbe davvero un sogno!>. Un altro genovese, che ha 12 anni più di Giulia, è presente ai giochi come volontario, il trentaquattrenne Simone Galdi.

Giulia e Simone, volontari ai Giochi Olimpici invernali giovanili
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: