Auser: “La Regione ha sospeso i contributi alle associazioni di volontariato per gli interventi a sostegno degli anziani”

<Dopo sette mesi di attività non riconosciuta, i servizi di trasporto sociale, compagnia telefonica e domiciliare, dovranno forzatamente essere sospesi, in attesa di una soluzione>. Ma la Regione smentisce

<Anche gli atti più recenti della Giunta Regionale della Liguria hanno confermato che nessun riconoscimento è previsto per  il lavoro che le associazioni di volontariato hanno svolto nell’estate che abbiamo alle spalle, quella della grande “emergenza caldo”, lavoro che Auser, insieme ad altri, ha continuato a svolgere, da maggio a tutto ottobre, così come avveniva da anni in base al patto sottoscritto con la Regione – dicono all’associazione -. Quel progetto è stato prorogato, pur con serie limitazioni, per i servizi dei “custodi sociali” gestiti dalle cooperative sociali, sino a settembre, ed ora ulteriormente sino a novembre, in attesa della gara che dovrà assegnare queste attività per l’avvenire, in realtà solo sino a giugno 2020. Per le associazioni di volontariato, che avevano ben precisi compiti e funzioni, nulla allora, e nulla oggi>.

<Come si può pensare che attività come il trasporto protetto – che ha evidentemente dei costi vivi di manutenzione e alimentazione dei mezzi, formazione, telefonia, spese generali – e in generale l’opera dei volontari – che ci mettono del loro, non solo in termini di tempo, di fatica e di responsabilità – non abbiano per mesi e mesi alcun supporto da parte dalla Regione? – dice alla presidenza Auser Liguria e Genova -. In queste condizioni, neppure le risorse che provengono dal 5Xmille sono sufficienti a rispondere alle richieste di tutti coloro che si rivolgono alle strutture dell’Auser. E dunque, siamo stati messi nella condizione di non poter più garantire il livello di attività che abbiamo sostenuto in questi mesi, a costo di grandi sacrifici. Da oggi le attività di volontariato per trasporto sociale, compagnia telefonica e domiciliare, piccole commissioni, ecc. saranno sospese. Continueremo a rispondere, nei limiti delle nostre possibilità, alle richieste dei soci Auser. E come sempre, in ogni caso, non lasceremo sole le persone più fragili e senza mezzi. Rimaniamo in attesa di capire se e quando si potrà riprendere a garantire a tutti coloro che ne hanno bisogno un servizio organizzato ed efficace di supporto agli anziani e alle loro famiglie>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: