Annunci
Ultime notizie di cronaca

Comune, fuggi fuggi verso le Dogane, decine e decine di domande di mobilità

Al livello C si guadagnano circa 400 euro in più, ma i posti sono solo 20 per tutta la Liguria. Solo nella polizia locale le richieste sarebbero oltre 50, più di 200 in tutta l’amministrazione. Fuga anche verso la protezione civile regionale

Bando di mobilità per 255 posti di seconda area funzionale per il profilo professionale di assistente doganale, corrispondente al livello C dei dipendenti pubblici degli enti locali, ma con circa 400 euro in più di stipendio rispetto ai “comunali”. Così prima sulle scrivanie dei dirigenti stanno arrivando cataste di richieste di trasferimento. Sarebbero oltre 50 solo alla polizia locale, oltre 200 (in aumento) in tutto il Comune. I posti a disposizione, però, sono solo 20 in tutta la Liguria e i candidati dovranno vedersela ai colloqui alle Dogane. <L’Amministrazione ha l’orientamento di concedere a tutti la possibilità di partecipare> dice l’assessore al Personale Arianna Viscogliosi. Alcuni dirigenti danno parere negativo, un po’ perché hanno il personale d’esperienza al lumicino (con Quota100 c’è stata una verra emorragia verso la pensione e le precedenti mobilità verso le Dogane e la protezione civile regionale hanno peggiorato la situazione), un po’ perché la lettera di richiesta di nulla osta alle direzioni specifica che se viene dato parere positivo il personale che se ne andrà non sarà sostituito. Chi perderebbe unità di personale in questo modo?
La situazione nella polizia locale è particolarmente difficile. Scorrendo tutta la graduatoria del concorso (liquidato con un “test a crocette” su risposte multiple) per i temporanei fino a fine anno si sono trovati solo 120 disponibili su 150. Ne mancano 30 ed è stato attivato un nuovo concorso (sempre a crocette) per reperirli, ma ad oggi potranno restare in servizio fino al 31 dicembre perché il loro stipendio è finanziato dal Decreto Genova e i fondi non sono stati ancora rinnovati per il 2020. Tra l’altro, in quei pochi mesi i servizio, tre al massimo, è improbabile che la Prefettura – visti i tempi biblici sperimentati per le ultime ondate di assunzioni – fornisca il decreto perché possano fare servizio con la pistola. Inoltre, inutile negarlo, il solo test a crocette, senza prova fisica, senza test specifico di competenza, non dà esattamente la garanzia di offrire personale che a un concorso normale sarebbe promosso.
Con le richieste di mobilità, poi, in tutti i servizi vanno via persone d’esperienza che in particolare nella polizia locale difficilmente i nuovi assunti possono sostituite tout court. L’esperienza si fa solo con gli anni. Il passato blocco del turnover, durato diversi lustri, è stato finalmente colmato con le assunzioni da questa giunta, ma solo numericamente. In certi distretti territoriali (come il primo, quello del centro), infatti, il numero dei nuovi è troppo grande per non influire sul servizio. Qualche trasferimento è stato effettuato anche all’interno del comune, come gli oltre 10 cantuné diretti alla mobilità.
<Realizzeremo un piano straordinario di assunzioni a tempo indeterminato per colmare il vuoto causato dai pensionamenti non previsti di Quota 100> spiega Viscogliosi.
Intanto a settembre a padiglione Blu della fiera di terrà la prima prova del concorso per dipendenti di categoria C. Sono iscritte 12 mila persone per 91 posti.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: