Consigliera della Lega incita all’odio razziale su Facebook diffondendo una fake news

Serena Russo ricicla una vecchia e abusata bufala razzista: “Gli zingari rubano i bambini alla Fiumara”. Procurato allarme e su Facebook si scatena il branco. Commenti shock: <Ammazzarli tutti>, <Se ne prendo uno lo lascio secco>, <Scendere con delle mazze e spaccargli gambe e braccia>

Auschwitz? No, Sampierdarena. 1943? No, 2019. Ma i toni sono gli stessi. La consigliera Leghista del Municipio Centro Ovest Serena Russo che, dopo aver lanciato la bufala razzista incita i frequentatori della sua bacheca, ospita commenti violenti da fare paura, da mettere i brividi.

Polizia e carabinieri smentiscono che chicchessia abbia presentato denuncia in merito né alla Fiumara né in nessun altro luogo della città.

Da mesi sui gruppi di quartiere di Facebook escono “allarmi” sugli “zingari che rubano i bambini”, spesso lanciati da account fake che sembrano creati apposta per generare razzismo, creare paura e percezione di sicurezza. Era successo qualche tempo fa era successo nel gruppo di Bolzaneto. Stavolta è una consigliera eletta a metterci la faccia e a fomentare l’odio razziale sulla sua bacheca.

Tra il 1939 e il 1945 vennero uccisi oltre 500.000 “zingari”, vittime del Nazismo. È qui che porta l’odio razziale. E passa per bufale e campagne di disinformazione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: