Regione, i consiglieri incontrano Fridays for Future e chiedono lo stato di emergenza climatica e ambientale

È stato approvato all’unanimità in consiglio regionale un ordine del giorno sottoscritto da tutti i gruppi che impegna la giunta a dichiarare lo stato di emergenza climatica e ambientale riconoscendo le responsabilità storiche del cambiamento climatico; ad attivare ogni possibile contributo per contenere l’aumento della temperatura globale entro 1,5 gradi e fissare l’obbiettivo di azzeramento delle emissioni  nette di gas climalteranti entro il 2030, a dare massima priorità al contrasto al cambiamento climatico nell’agenda dell’amministrazione regionale; a garantire che le misure di contrasto e mitigazione vengano implementate secondo il principio di giustizia climatica; a invitare tutte le istituzioni territoriali, a partire dai Comuni fino al Governo, a varare analoghi provvedimenti; a progettare una riconversione ecologica dell’economia a partire da un radicale mutamento nella produzione e negli usi dell’energia in grado di coniugare traguardi di sviluppo sostenibile e di giustizia sociale senza pregiudicare i cicli naturali e, infine, a richiedere l’esclusione dal “patto di stabilità” delle spese di Regioni e Enti locali per la riduzione delle emissioni e all’adattamento al cambiamento climatico soprattutto per le risorse finalizzate al risparmio energetico, allo sviluppo delle energie rinnovabili e alla messa in sicurezza del territorio contro il dissesto idrogeologico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: