Merce rubata sequestrata, i carabinieri la donano al Don Bosco

Oggi i carabinieri della compagnia di Sampierdarena hanno devoluto in beneficienza, su autorizzazione della magistratura, oltre 50 capi di abbigliamento (tra cui scarpe, tute, pantaloni e magliette) nonché creme di protezione solare e articoli sportivi e domestici per un valore stimato di circa 6.000 euro

La merce sequestrata è stata rinvenuta nel corso di un’operazione di polizia svoltasi in zona Begato ad inizio anno: i carabinieri del Nucleo Operativo, nel corso di una perquisizione domiciliare avevano ritrovato, in un appartamento della diga, migliaia di capi di abbigliamento ed altro materiale di pregio che risultavano essere rubati e frutto di ricettazione. Le successive indagini hanno consentito d’individuare l’autore del reato, deferito all’Autorità Giudiziaria, e di restituire la gran parte della merce, del valore di svariate decine di migliaia di euro, ai legittimi proprietari. 

Non è stato possibile però individuare chi fossero i proprietari di tutte le cose sequestrate: in questo caso, anziché procedere alla distruzione del materiale si è preferito devolverlo in beneficenza ad un istituto caritatevole del genovese. 

Ecco perché questa mattina i Carabinieri di Sampierdarena hanno portato tutto al vicino istituto salesiano di “Don Bosco” che si occupa di formazione dei giovani e di aiuto alle persone più bisognose. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: