Annunci
Ultime notizie di cronaca

Approda in consiglio comunale la polemica per la Navebus che non salpa a pieno ritmo

Troppe mancate partenze. Perché il mare non è in condizioni ottimali, per le correnti davanti a Molo Archetti per troppo frequenti guasti. Fontana (Lega) porta l’imbarazzante carenza di servizio nella Sala Rossa di Tursi

«Lo scorso 13 giugno i ponentini hanno dovuto subire una giornata difficile per i trasporti. Oltre ai numerosi disservizi sulla linea ferroviaria, il navebus non ha effettuato nessuna corsa, senza che gli utenti fossero avvertiti dal solito sms che preannuncia la sospensione del servizio. Questo, ovviamente, ha creato dei disagi a tutti i fruitori. Siccome non è la prima volta che viene cancellato a causa di alcuni guasti o di problemi di gestione del mare, ho ritenuto opportuno portare la questione sui banchi dell’ultimo consiglio comunale>. Lo dice Lorella Fontana, capogruppo della Lega. <L’assessore Campora, rispondendo alla mia interrogazione, ha riferito che la cooperativa che ha vinto il bando per la gestione del Navebus, ha dichiarato di avere avuto diversi guasti meccanici. La sospensione del servizio nel giorno succitato, invece, si è resa necessaria a causa di alcune correnti di risacca nei pressi di Molo Archetti, che non avrebbero consentito le manovre di attracco in condizioni di sicurezza. Le temporanee sospensioni del servizio Navebus sono legate, in particolare, alla configurazione della zona che non consente l’attracco in sicurezza in caso di mare grosso. Relativamente alla non ricezione degli sms da parte dell’utenza, invece, si stanno facendo delle verifiche per capire che cosa non abbia funzionato nella comunicazione fra l’associazione e Amt, che dirige il servizio di invio degli sms agli utenti>. Campora ha risposto in assenza e in sostituzione del collega deputato, Stefano Balleari, che sarebbe quello che dovrebbe da due anni controllare il servizio e che avrebbe dovuto impedire che il disservizio arrivasse all’attuale condizione di assoluta criticità.

In sostanza c’è sempre una buona ragione per non partire, a volte persino la mancata disponibilità dello specchio acqueo occupato da navi da carico. Di fatto, la percentuale di corse che non salpano è altissima. Bene che sia partito il controllo, anche se in gravissimo ritardo.

Annunci

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: