Giornalista picchiato, anche l’Ordine nazionale si costituirà parte civile

Fnsi, Associazione ligure giornalisti-Fnsi e Ordine dei giornalisti della Liguria avevano annunciato la stessa decisione nelle ore immediatamente successive al pestaggio del collega Stefano Origone

<Sul caso di Genova ci attendiamo dal Viminale scuse senza se e senza ma. Dire, come leggiamo nei resoconti dalla Camera, che i cronisti non fossero riconoscibili, come riferito dal sottosegretario agli interni Gaetti, è
inaccettabile>. Lo dice, in una nota, il presidente del
Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti Carlo Verna, a
proposito della vicenda del cronista di Repubblica Stefano
Origone picchiato durante gli scontri nel corso del comizio di
Casapound.
<L’occasione, invece – aggiunge Verna – ci pare opportuna per
render noto che l’Ordine dei giornalisti si costituirà parte
civile accanto a Stefano Origone quando il lavoro della
magistratura porterà al momento in cui sarà possibile farlo>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: