Annunci
Ultime notizie di cronaca

Passeggiata di Voltri, Fanghella smentisce se stesso: “Passeggiata di Voltri non riaperta, anzi sì”

Aveva scritto su Facebook, rispondendo alle polemiche a cui aveva dato il via l’assessore di Municipio Matteo Frulio, che la passeggiata di Voltri non era mai stata riaperta. Oggi, rispondendo a un’interpellanza di Lorella Fontana, ha smentito se stesso. È l’assessore ai lavori pubblici Paolo Fanghella.
Sotto il post dell’assessore d qualche giorno fa e l’audio della risposta in consiglio comunale, oggi.

 

Sotto: l’audio dell’Interpellanza di Fontana e della risposta di Fanghella in consiglio comunale, non esattamente concorde con quanto scritto sui social.

<Il problema è nato dal fatto che i proprietari gestori del bar della passeggiata, che avevano acquisito i locali da sei mesi dall’evento calamitoso mi hanno chiesto una valutazione sulla stabilità della struttura – ha detto l’assessore -. I tecnici hanno detto che il volume era integro e poteva essere aperto. Poi è nata la polemica con il Municipio per la pulizia, che Amiu ha acconsentito di risolvere nonostante non sia di sua competenza. La passeggiata è inadeguata sin dal momento della sua costruzione, in quanto realizzata in legno. Interverremo sulla parte ammalorata e cercheremo un accordo con l’autorità portuale per finire i lavori. È tutto pianificato. La seconda opzione è rifarla in muratura ma questa soluzione, a parte i costi rilevanti, si accompagna con una chiusura della passeggiata per almeno due anni>.
Frulio, che quando aveva parlato di riapertura della passeggiata che era ancora sporca e ingombra di pericoli aveva mostrato le foto delle condizioni della promenade poi richiusa, ha annunciato che giovedì, in consiglio di Municipio, fornirà la documentazione relativa alla riapertura. Ora non servono nemmeno più, perché l’assessore ha ammesso che l’apertura di un tratto c’è stata e ha spiegato il perché.

È evidente che i continui scontri tra Municipio di centrosinistra e Comune di centrodestra non giovano alla zona e che, essendo entrambi legittimamente eletti dai cittadini, al di là della distanza politica sarebbe opportuno che, invece di litigare continuamente per ragioni ideologiche, cominciassero a collaborare per il bene del territorio.

Intanto, il consigliere comunale Pd Alessandro Terrile, ha presentato una mozione nella Sala Rossa di Tursi, approvata all’unanimità, per impegnare la Giunta ad <attivarsi con Autorità Portuale per realizzare il ripascimento e il nuovo molo, a sospendere fino a che la passeggiata sia inagibile i canoni concessori per le Associazioni che hanno subito i danni della mareggiata, e a provvedere almeno a consentire l’accesso in sicurezza alla spiaggia>.
<La straordinaria mareggiata dello scorso 29 ottobre ha devastato la passeggiata in legno dedicata a Roberto Bruzzone, ed erodendo il basamento ha fatto crollare le terrazze in cemento armato, danneggiando inoltre seriamente i chioschi sulla passeggiata – dice Terrile – La più grande spiaggia libera della città non ha più il suo lungomare, e risulta di fatto inaccessibile. Purtroppo nella programmazione triennale dei lavori pubblici il Comune non ha stanziato un euro per il ripristino della passeggiata. Si sono trovati 20 milioni per comprare azioni IREN e 30 milioni per non aumentare la tariffa dei rifiuti nonostante lo straordinario aumento del costo di smaltimento (+22,5% in un anno), ma per Voltri non c’è un euro. Per difendere la passeggiata servirebbero inoltre adeguate difese a mare in parte già progettate e finanziate da Autorità Portuale e mai realizzate. In particolare, occorre realizzare il molo in sponda destra del torrente Leira, al fine di difendere il ripascimento della spiaggia che dovrebbe derivare dallo scavo dello scolmatore del Bisagno. Come ha già fatto il Pd in Regione e in Municipio Ponente, ho presentato una mozione in Consiglio Comunale per impegnare la Giunta ad attivarsi con Autorità Portuale per realizzare il ripascimento e il nuovo molo, a sospendere fino a che la passeggiata sia inagibile i canoni concessori per le Associazioni che hanno subito i danni della mareggiata, e a provvedere almeno a consentire l’accesso in sicurezza alla spiaggia>.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: