Annunci

Sottoripa si rifà il look per cancellare il degrado. Al via il progetto di recupero urbano

Parte il recupero dei voltini di Sottoripa da via al Ponte Reale al palazzo nuovo, in direzione ponente. Il piano di riqualificazione e valorizzazione è stato presentato stamani a Tursi e coinvolge il Comune, Amiu, Aster, Civ Ripa Maris, Confcommercio, Confesercenti e i condomini della via. Al progetto hanno lavorato gli uffici dell’assessore al Centro Storico Stefano Garassino, quelli dell’assessore al Commercio Paola Bordilli, la polizia locale del Reparto Centro Storico, il Municipio Centro Est col suo preside Andrea Carratù. L’intervento, che è stato condotto in accordo con la Soprintendenza, sarà finanziato dall’assessorato alle attività produttive retto da Giancarlo Vinacci e dai condomini dei palazzi che si affacciano sulla strada, i civici 1, 2, 3 di via Sottoripa. Altri soggetti potranno comunque unirsi al progetto.


<L’idea a cui abbiamo lavorato – dice Garassino – è l’altra metà del lavoro di recupero e rilancio dell’area e del centro storico che abbiamo avviato da subito, intervenendo con la polizia locale e in collaborazione con le forze dell’ordine. La situazione come l’abbiamo trovata era disastrosa sotto ogni profilo: spaccio diffuso, nessun intervento su ubriachezza molesta e comportamenti che danneggiano la vivibilità. Ma l’area era degradata anche sotto il profilo estetico, cosa che influisce sulla percezione generale di sicurezza. Pe questo, abbiamo deciso di intervenire su un doppio percorso, quello dell’aumento del presidio di sicurezza e quello del recupero urbano>.

<Le parole luminose in via Ponte Reale, l’ordinanza anti alcol, la delibera sull’intesa del centro storico, illuminazione natalizia. Sono questi già interventi effettuati sulla zona – aggiunge Bordilli -. Tutto questo a testimonianza di quanto crediamo in questa zona. Si rileva importantissima la sinergia pubblico-privato su cui l’amministrazione punta moltissimo. Ringrazio soprattutto l’assessore Garassino anche perché in questo protocollo rientrano tutte le mie deleghe, commercio artigianato e turismo in forte commistione>.

<Cominceremo dalla parte più disastrata della strada, quella di ponente – spiega Carratù -. Abbiamo risorse limiate e partiamo con la sperimentale nella parte più difficile. Solo per la nuova illuminazione si spenderanno 30 mila euro. Amiu effettuerà una pulizia approfondita della pavimentazione, toglieremo le vecchie griglie piene di guano di piccione e le vecchie insegne. Il Civ ritinteggerà le saracinesche, gli inquilini dei palazzi si occuperanno di ritinteggiare le volte>.

Sottoripa, area di enorme pregio storico e architettonico, fulcro del centro più antico e biglietto da visita turistico, sarà oggetto, dunque, di un piano di interventi integrato che si aggiunge alle già attive misure di contrasto ai fenomeni devianti e illegali quotidianamente svolte dalla polizia locale e nell’ambito del processo autorizzativo delle attività economiche.
Nel proprio ambito di competenza ciascuno si impegna a dare puntuali e importanti contributi a questo intervento di cooperazione interistituzionale e sociale che riguarderà il tratto compreso tra via al Ponte Reale e via al Ponte Calvi. L’accordo di recupero, riqualificazione e valorizzazione di questi spazi urbani non si limiterà alla manutenzione straordinaria vera e propria ma, anche attraverso forme di controllo sociale informale, prevede una successiva attività di presidio per preservarne gli effetti nel tempo.
I dettagli del protocollo includono un’attività profonda e diffusa che interesserà molteplici aspetti: lungo l’intero tratto si procederà ad una pulizia straordinaria del lastrico di calpestio, alla rimozione delle insegne delle attività commerciali non più utilizzate e alla pulizia di quelle in uso, alla razionalizzazione delle modalità di raccolta e conferimento dei rifiuti e, in collaborazione con i residenti e gli operatori economici, alla definizione di nuove forme di presidio dell’area.
Nel tratto di Sottoripa tra via al Ponte Reale e vico del Serriglio, invece, saranno effettuate pulizia e tinteggiatura del soffitto a volta e delle superfici verticali del lato a mare, si provvederà alla razionalizzazione degli impianti elettrici a vista sui voltini e alla rimozione delle reti anti volatili sostituendole con nuovi dispositivi, sarà razionalizzata e riqualificata l’illuminazione pubblica ed inoltre verranno rimossi circa 20 metri quadrati di graffiti e tinteggiate circa 35 saracinesche di esercizi commerciali.
Il costo complessivo degli interventi è quantificato in 84.790,73 euro (comprensivi di Iva al 22%), la cui somma è ripartita al 77% a carico del Comune di Genova e al 23% a carico di privati.

 

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Annunci
Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: