Annunci

Pam apre da Bagnara a Sestri con la benedizione del vice sindaco, ma i commercianti sono in rivolta

Negli stessi giorni in cui Coop si vede fermata in zona Cesarini l’inaugurazione di un proprio punto vendita a Pra’ dagli uffici dell’Edilizia di Tursi come provvedimento di autotutela per due ricorsi di privati, viene inaugurato un nuovo supermercato Pam in via Sestri, nel cuore della delegazione. Con la benedizione dell’Amministrazione comunale rappresentata da Stefano Balleari nella sua qualità ufficiale, specificata nell’invito, quella di vice sindaco, e il malumore del Civ che col suo parere (previsto dal patto firmato tra la passata giunta di Tursi e le associazioni di categoria) ha impedito che fosse più grande di 250 metri quadrati.
Il gruppo commerciale ci tiene a far sapere che l’inaugurazione del supermercato è a suo parere un <evento molto importante> che trasformerebbe l’azienda in uno dei <primi promotori> del rilancio di Genova perché decide di <investire nel processo di rinascita della città di Genova dopo gli spiacevoli eventi del 14 agosto scorso>. Ad avvalorare questa tesi, Pam cita propio la presenza del vice sindaco Balleari che darebbe i crismi dell’ufficialità all’operazione.
Ma i commercianti di Sestri, uno dei centri commerciali naturali più ricchi di negozi della città, certamente il più fornito fuori dal centro, non ci sta. Il presidente Riccardo Grossi lo dice chiaro e tondo: <Noi siamo contrari alla grande distribuzione>. Il motivo è sempre lo stesso: va a sottrarre consumi alle botteghe che animano il territorio e anche il lavoro offerto (nel caso specifico 10 ragazzi sotto i 30 anni), spesso – e anche in questo caso – uno degli argomenti che i supermercati usano per promuovere le nuove aperture, va a sottrarre occupazione perché le statistiche nazionali dicono che in media si perdono 3 posti di lavoro nel commercio tradizionale ogni uno che si guadagna nella grande distribuzione organizzata.
<Abbiamo dato parere contrario all’apertura di un supermercato più grande di 250 metri quadrati, volevano aprirlo di almeno 400 – dice Gossi -. È importante non creare un precedente sulle grandi superfici. L’offerta commerciale a Sestri è massiccia, non c’è alcuna necessità di nuovi supermercati. Altra cosa sarebbe stata se nello stesso spazio si fosse aperto un negozio destinato a integrare l’offerta presente. No, non siamo contenti, anche se l’arredamento è un po’ diverso da quello dei supermercati tradizionali. Avremmo preferito altro. Non si parla di grandi griffe che magari non avrebbero avuto mercato, ma di qualcosa in grado di qualificare e arricchire l’offerta commerciale. Sono imminenti le aperture in zona o ai margini del quartiere di Esselunga, di un’altra Coop e nella battaglia tra i grandi gruppi ci rimetteranno i “piccoli” e il territorio. Si sta scatenando l’interesse della grande distribuzione organizzata, colossi come Lidl, che non si accontenterà di rimanere sulle alture, in piazza Di Vittorio, e di Auchan. Nell’ex Marconi è già autorizzato un cash&carry Sogegross e speriamo che l’azienda genovese non intenda trasferire qui i 1000 metri quadrati di ipermercato che per cui ha già l’autorizzazione a Campi>.
Insomma, l’apertura del nuovo supermercato ha portato a galla le paure dei commercianti, quella di soccombere ai colossi che li annienterebbero, desertificando il quartiere, con tutte le conseguenze su vivibilità e sicurezza che questo comporterebbe.
Eppure Pam continua a presentare l’operazione come un segnale positivo, con il direttore del canale di prossimità Pam Panorama, Andrea Zoratti (nel video sotto), che, ovviamente, parla con entusiasmo dell’occupazione dello spazio liberato in parte dal grande magazzino di abbigliamento “Giglio Bagnara”, che si è notevolmente ristretto oltre ad aver occupato spazi interni con corner gestiti direttamente dalle aziende.

Il supermercato garantisce apertura 7 giorni su 7 con orario prolungato fino alle 22, possibilità di pagamento digitale e servizio di spesa a domicilio. Nel tentativo di farsi benvolere da un territorio che, come abbiamo visto, è in parte ostile, è stata presentata l’iniziativa “Pam ama Genova” con la quale l’azienda, in collaborazione con Helpcode, organizzazione umanitaria impegnata nella promozione dei diritti dei bambini oggi rappresentata dal suo segretario generale Alessandro Grassini, poterà <oltre 2.000 colazioni alle scuole dove studiano i bambini che attraversano un grande momento di difficoltà a seguito della tragedia del Ponte Morandi>.
La festa è cominciata alle 12 con lo show cooking dello chef Ivano Ricchebono, unica stella Michelin di Genova, che userà prodotti Pam Panorama e con la degustazione del pubblico presente. Dalle 17.00 gli avventori del centro Bagnara potranno assistere all’esibizione live dei due artisti genovesi Andrea Cervetto ed Enrico Bianchi. Durante tutto l’arco della giornata inoltre sarà possibile gustare alcune delle specialità Pam Panorama.

 

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Annunci
Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: