Annunci

Via Monte Guano ostaggio dei veicoli, ma la polizia locale non vuole mandare agenti

Più volte il vice presidente del Municipio Medio Ponente Massimo Romeo si è rivolto al distretto competente chiedendo uomini che presidino l’enorme caos che si crea ogni giorno mettendo in pericolo i pedoni, ricevendo però un “picche” come risposta. E adesso i residenti che non vengono ascoltati dai cantunè sono disposti a scendere in strada bloccando via Cornigliano

 

Foto da Facebook

Via Monte Guano a Coronata è una via strettissima che, arrivando da piazza Massena e percorrendo via Coronata, consente di arrivare in via Borzoli e, da lì, in via Ferri, superando le strade di sponde interrotte perché su di loro incombono i monconi di Ponte Morandi. Prima era usata appena da chi ci vive e da pochi altri. In questi giorni centinaia e centinaia di veicoli vi si sono catapultati in auto sul “passaggio” con immensi disagi per la popolazione, determinando di fatto l’impossibilità dei residenti di passare a piedi. La strada sarebbe anche quella che i bambini dovrebbero percorrere a piedi per andare a scuola, ma la via è impercorribile persino dagli adulti: troppo pericolosa. La gente della zona si è rivolta al Municipio Medio Ponente proponendo due opzioni: il senso unico alternato con semaforo in cima e in fondo alla strada (che creerebbe lunghe code) o la presenza di agenti di polizia locale, a cui il vice presidente Massimo Romeo si è rivolto ricevendo un secco “no”. Questo nonostante la situazione sia drammatica, come potete vedere dalla foto. Per tutto il giorno via Monte Guano è così, con le auto sul piccolo marciapiede a tentare di districarsi in una sorta di Tetris automobilistico per salire o scendere. Ieri Romeo, raccogliendo l’appello della gente, si è rivolto nuovamente alla polizia locale che non sembra voler prendere in considerazione quello che sta accadendo. Gli abitanti sono esasperati. Angelo Spanò, portavoce genovese dei Verdi, una sorta di “saggio” del quartiere, avverte che la gente è disposta a scendere in strada e a bloccarla, perché così non si può andare avanti. <Questa Giunta che guida il Comune di Genova – dice -, invece di perdere tempo per istituire il registro amministrativo delle famiglie unite dal vincolo matrimoniale civile, dovrebbe risolvere problemi seri, come quelli legati al traffico che paralizza il ponente, comprese le vie Cornigliano, Borzoli e via al forte Monte Guano. I cittadini sono esasperati. Abbiamo saputo che stasera, 19 settembre, l’assessore alla sicurezza Stefano Garassino, farà un giro nel quartiere di Cornigliano. Sarebbe cosa gradita che gli assessori girassero anche per le altre problematiche e non solo in cerca di visibilità. Non posso dimenticare che l’assessore aveva promesso l’installazione di alcune telecamere, che fine hanno fatto (ci risulta che domani l’assessore andrà ad annunciarne proprio l’installazione n. d. r.)? Da tempo chiediamo la presenza di una pattuglia di agenti di polizia locale da posizionare tra la via Borzoli e Testa di Cavallo, il Comune risponde picche. Mi sembra corretto informare il Sindaco e la sua Giunta che se non si risolve il problema della viabilità che paralizza le sopraccitate vie, i residenti organizzeranno una pacifica manifestazione bloccando ulteriormente la via Cornigliano>.

 

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Annunci
Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: