Annunci

*** Ecco il video delle telecamere del Ponte Morandi sequestrato dalla polizia ***

Ecco le immagini delle telecamere della Società Autostrade sequestrate dalla Squadra Mobile della polizia. Il primo spezzone è la prosecuzione del video che avevamo pubblicato e che non sono andata in onda sul sito di Autostrade. I secondi seguenti sono stati, però, registrati e, quindi, acquisiti dalla polizia. Si vede il camion verde Basko che passa, poi quella telecamera (la cui visuale è limitata dalle condizioni atmosferiche e, alla fine, anche dalla polvere del ponte che si sgretola) subisce il guasto determinato dal crollo.
Il secondo spezzone è ripreso dalla telecamera ad est, mobile, che era puntata sullo svincolo A7, che si gira automaticamente quando l’altra viene a mancare e riprende il camion Basko sull’orlo del precipizio in mezzo alla polvere generata dal crollo.
Nel terzo spezzone si vedono i camion che avevano imboccato il ponte in direzione ponente rimasti sul moncone del ponte di levante che fanno retromarcia per ritornare alla strada sicura, sul tratto che poi sfocia al casello di Genova Ovest.
Il video prova che il guasto è stato reale: le fibre ottiche di trasmissione si sono “tirate” e poi spezzate per il cedimento del ponte. L’effetto è quello di quando viene a mandare il segnate televisivo. Il progressivo cedimento del ponte aveva già causato disfunzioni in mattinata al funzionamento delle telecamere, ma nessuno poteva immaginare quale fosse il motivo. Per i guasti della mattinata si parla anche di un’infiltrazione nella centralina a causa delle copiose piogge. La versione di Società autostrade sarebbe, quindi, veritiera. La Squadra mobile aveva ricevuto delega dalla Procura per indagare anche su questa circostanza per capire se ci fosse stato dolo nel fatto che le immagini fossero mancanti. Pare non sia stato così e che l’interruzione della trasmissione sia stata determinata proprio dal crollo. La Squadra Mobile ha accertato che il black out delle immagini <non è stato causato da manomissione>.

Il video che vi mostriamo ora è quello composto da spezzoni di immagini delle telecamere della società Autostrade e non quello, registrato dalle telecamere di un’azienda privata ai piedi del troncone ovest del ponte, in cui si vede il crollo, che resta secretato per non influenzare i testimoni.

Per quanto riguarda, invece, le cause del crollo, è totalmente esclusa qualsiasi esplosione, della quale sarebbero rimaste le tracce. Questa, al momento, è l’unica ipotesi totalmente esclusa.
Mentre i periti continuano il loro lavoro, prima ancora di determinare se, nel caso, una saetta avrebbe potuto determinare il crollo, si sta analizzando la mappa dei fulmini per capire se quello che si intuisce nei filmati si sia abbattuto davvero sul ponte oppure poco distante e sembri cadere sul viadotto solo perché in prospettiva.

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Annunci
Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: