Annunci

Ponte Morandi, nel VIDEO di un camionista i veicoli che viaggiano verso il baratro

 

Foto di Carlo Alberto Alessi

di Monica Di Carlo
(Foto di Carlo Alberto Alessi)

Sotto una pioggia torrenziale verso la morte che li aspetta al centro del Ponte Morandi, qualcuno anche superando i veicoli che, rimanendo indietro, riusciranno invece a salvarsi. Sono le 11,37 (secondo più, secondo meno) di martedì 14 agosto quando due camionisti percorrono con i loro mezzi il ponte Morandi in direzione ponente. Sono quasi alla fine del ponte. Uno sta andando verso il confine di Ventimiglia, l’altro girerà verso il Piemonte. Sono partiti insieme, uno dietro l’altro. Il primo ha una cam fissata sul cruscotto. L’obiettivo riprende i veicoli che procedono in senso contrario, verso levante. Le immagini inquadrano il primo mezzo pesante di cui si vede soltanto il rimorchio, poi un camion bianco col rimorchio blu. Questo: sinistra mentre va verso il centro del ponte, a destra quando i vigili del fuoco lo recuperano dopo il volo di diverse decine di metri.

Nel video si vede passare il camion Basko rimasto poi sull’orlo dell’abisso, tre auto che anche loro riescono a frenare prima di cadere (una scura, una chiara e una rossa), il camion con la scritta Esperia.

Foto di Carlo Alberto Alessi

Tutti quelli che nel video passano prima del camion Basko, qualche metro dopo precipiteranno per decine di metri.

Ecco l’intervista a Giancarlo, un dei due camionisti, che racconta di quella mattina. Sul ponte, su cui passava ogni giorno almeno 4 volte, ha sentito qualcosa i simile a <una tromba d’aria, perché il camion ha cominciato a sbandare a destra e a sinistra. Dopo pochissimi secondi sono entrato in galleria e lì è finito tutto>.

L’audio dell’intervista al camionista Giancarlo

 

<Fino a quando non ho saputo del crollo ho sempre pensato si fosse trattato di una tromba d’aria – continua Giancarlo -. Riflettendoci, effettivamente, era una cosa esagerata>.
Il camionista ha saputo del crollo che era avvenuto alle sue spalle pochi minuti dopo, quando la madre, che abita vicino a via Fillak e ha visto lo scempio del ponte, che ha davanti a casa e i veicoli caduti nel Polcevera. Era arrivato all’altezza di Pegli. <Mi ha detto: “È crollato il ponte, è crollato il ponte – prosegue Giancarlo -. Subito non ci ho creduto. Mia mamma è anziana. Poi mi ha detto di aver sentito un boato, poi si è affacciata e ha visto il ponte crollato>.
<Ancora oggi, a pensare a quel che è successo, mi vengono gli occhi lucidi a pensare a cosa sono scampato e a tutte le altre persone che si sono salvate. Ora, quando passo sui viadotti un po’ di paura c’è. Stamattina sono andato verso Carasco, c’è il ponte di Lavagna… L’ho guardato prima da sopra, poi da sotto. Certo, non è più come prima. Un po’ di paura rimane sempre. Dopo svanirà>.

Nel video del camionista: i veicoli che viaggiano verso il punto in cui il ponte crollerà trascinando con sé decine di persone: 38 i morti accertati, 16 i feriti, 10 i dispersi.

GenovaQuotidiana 2018 – Tutti i diritti riservati – riproduzione riservata

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Un pensiero riguardo “Ponte Morandi, nel VIDEO di un camionista i veicoli che viaggiano verso il baratro

  • 24 settembre 2018 in 18:59
    Permalink

    Il video del camionista Giancarlo perché non mostra tutta la parte precedente del video, cioè dall’ingresso a Genova Ovest fino all’ingresso in galleria, una volta oltrepassato il ponte Morandi? Manca proprio la parte più importante.

    Risposta

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Annunci
Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: