Annunci

Il ladro ha fame, gli agenti di polizia locale lo denunciano, poi gli infilano soldi nel portafoglio

Che fine ha fatto il ladro di Scarpe&Scarpe arrestato ieri dalla polizia locale in via Jori? È stato denunciato per rapina impropria. Non arrestato, in accordo col magistrato di turno, Luca Scorza Azzarà, per la tenuità dell’entità della refurtiva (90 euro di valore) e perché l’uomo, un trentasettenne italiano, era incensurato. Notizia finita.

Poi c’è il resto, parole che escono a mezza voce a tirarle fuori con le pinze e insistendo, per il pudore tutto genovese di non raccontare nemmeno quando la coscienza prende il sopravvento. L’uomo non mangiava da un po’, aveva fame. Gli agenti lo hanno capito da come ha azzannato il panino che gli hanno comprato (con i loro soldi) mente si trovava nella sede di Ortiz in stato di fermo. Nel portafoglio aveva solo pochi spiccioli e la foto della figlia piccola. Al casellario penale non risultava nulla. Non è un tossicodipendente. E allora gli agenti si sono guardati in faccia e, finito il loro dovere e consegnatagli la denuncia, hanno fatto colletta e gli hanno infilato, compreso l’agente del I distretto che gli aveva messo le manette a Bolzaneto, qualche decina di euro nel portafoglio prima di renderglielo con i suoi effetti personali. Ha partecipato anche il personale del reparto Giudiziaria che ha redatto gli atti della denuncia. Lo prenderanno di nuovo se saranno costretti. Lo denunceranno se dovranno. Lo arresteranno se sarà il caso. Ma sperano di no, che abbia capito che quella non è la strada nemmeno se si ha fame E, comunque, se succederà, quella sarà un’altra storia.

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Annunci
Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: