Annunci

Striscione di Azione Frontale, i cittadini denunciano, la Digos indaga

A segnalare sono stati alcuni residenti. Ora la Digos indaga sull’ennesimo striscione del gruppo di estrema destra Azione Fontale appeso in via Stefano Turr e visibile da Corso Europa. I testimoni hanno indicato anche alcuni numeri da cui gli agenti stanno risalendo alla targa delle auto utilizzate per individuare i responsabili. Lo striscione, sequestrato, recitava: <Giudice, basta terrorismo psicologico. Non è razzismo se si pensa al proprio popolo>. Azione Frontale spiega il gesto sulla propria pagina Facebook.

A presentare ricorso presso Ia prima sezione civile del Tribunale di Torino era stata l’Associazione studi giuridici sull’immigrazione, che ha vinto e costretto il Comune a riscrivere il bando Aster. Dell’associazione fa parte anche l’ex assessore della Giunta Doria e avvocato Elena Fiorini che non si era interessata personalmente del bando genovese, ma, nei giorni scorsi, di fronte alla volontà del Comune di Lerici di chiedere ai soli stranieri almeno 5 anni di resistenza per concedere il contributo per l’affitto, aveva scritto su Facebook: <Caro Sindaco, richiedere un requisito specifico solo per gli stranieri non è costituzionalmente legittimo, l’ha appena ribadito la Corte nella sentenza n.166 del 20 luglio proprio in tema di sostegno abitativo. Lo cambiamo sto bando? Altrimenti ci tocca fare ricorso>.

Azione Frontale, ieri, ha appeso anche un altro striscione per celebrare i 4 anni dalla fondazione dell’associazione.

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Annunci
Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: