Annunci

De Martini: “Il terminal traghetti è il più sporco, parola di medico di bordo”

Il terminal traghetti di Genova, il posto più sporco dove arrivare. Lo garantisce Susy De Martini, ex parlamentare europeo e medico di bordo, insieme a tanti altri marittimi dei traghetti. <Genova è il peggio – spiega – le mie foto di oggi, scattate sui moli Doria, Assereto e Colombo, sono solo un piccolo assaggio, che spiega solo parzialmente la realtà. Che è peggiore. Ponte Caracciolo è disastroso>. È più sporco anche dei porti nordafricani, racconta.
De Martini fu vice capo struttura del G8 di Genova nel 2001. <Dovetti impazzire per convincere La Presidenza del Consiglio, allora Giuliano Amato, a “scucire” i fondi per la Stazione Marittima – spiega -. Nonostante il recupero della Stazione Marittima, Genova è il peggior porto che io abbia visitato in tutto il mondo per servizi ai passeggeri. Ad esempio ad Olbia l’Autorità Portuale è ben organizzata. È tutto pulito, con bus navetta per i passeggeri che qui devono andare a piedi sotto il sole>.
La spazzatura, assicura De Martini, insieme ad altri marittimi, al terminal traghetti per giorni, tanto che si è certi, quando si parte, di trovarla al ritorno.

 

Anche oggi, poi, la viabilità autostradale è stata paralizzata dai veicoli diretti al terminal traghetti. Code per due ore anche dopo il casello fino al terminal. La solita schiavitù quotidiana sulla quale nessuno di impegna a intervenire per migliorarla. La società che gestisce il terminal potrebbe aumentare il personale per sveltire i controlli e così le forze dell’ordine per i controlli. Si potrebbe tentare un ingresso scaglionato: chi vuole arrivare all’ultimo paga un po’ di più. Gli altri si fanno posteggiare e si portano nel centro storico e all’Expo con una navetta. Così servirebbe anche per il turismo. Perché è evidente che quasi tutti i passeggeri all’ultimo e a Genova non si fermino affatto. Il terminal non può essere solo servitù per la città. Per prendere deve anche dare, cosa che ora, con tutta evidenza, non fa. E le istituzioni lo lasciano fare senza fiatare.
Secondo il nostro lettore Nicola Leugio, i cartelli vanno risistemati perché sono mal messi e i viaggiatori sbagliano strada. <Addirittura – segnala -, il primo e più importante cartello che indica il porto e gli imbarchi è caduto, forse urtato, e si crea ulteriore confusione per chi si trova in fondo allo svincolo>.

 

 

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Annunci
Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: